Frosinone BRUTTA (253) Frosinone BELLA (225) PM10 (74) ACEA ATO5 (63) Ambiente ed inquinamento (43) ANNUNCI IMPORTANTI (37) Terme Romane (32) Il fiume Cosa (28) “RR” - Risolti (24) #BASTACEA (22) Sanità (18) Villa Comunale (14) Frosinone Calcio (13) Frosinone Bella e Brutta (10) Progetto Acqua comune (10) SIN Valle del Sacco (10) Acqua (9) Comunicazioni Ass. FR BeB (8) Proposte (8) La Uespa (7) Mobilità sostenibile (7) Piste Ciclabili (7) Cascata dello Schioppo (6) La Radeca (6) Pedalata Ecologica (6) Piedibus (6) Registro Tumori (6) Via Casone (6) Associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente (5) Carnevale (5) Cavoni 2 (5) Discarica (5) FRANE (5) Raccontando (5) Rotatorie (5) Fiume Sacco (4) I Piloni (4) Salviamo il paesaggio a Frosinone (4) Task-Force Allerta Valle del Sacco (4) Uiente aculone (4) Via Don Minzoni (4) ambiente (4) Alberi (3) Albero della Pace (3) Cavoni (3) Chiesa Madonna della Cercia (3) Coordinamento Interprovinciale (3) Presepe (3) Tombe Allagate (3) WI-FI (3) ASL (2) Archeologia (2) Arquata del Tronto (2) CANI (2) Cartoline di Frosinone (2) Cittadinanza attiva (2) Cittadino Volsco (2) Differenziata (2) GASP (2) Incendi (2) Interporto (2) Multiservizi (2) Nordic Walking (2) RIFIUTI (2) Sportello Acqua Pubblica (2) TARI (2) Terremotati (2) senzatetto (2) 100 Poesie (1) ARPA LAZIO (1) ASSEMBLEA ASPIRANTI SINDACO (1) AVIS (1) Adotta un fiore (1) Africa (1) Ailanto (1) Albo Pretorio Comune Frosinone (1) Alex Zanotelli (1) Auguri (1) Ballarò (1) Biomasse (1) Bookcrossing (1) Buon Natale (1) CODACONS (1) COTRAL (1) Ceccano (1) Chi l'ha visto? (1) Clochard (1) Comitato Acqua Pubblica Frosinone Bella e Brutta (1) Compostaggio (1) Comune Frosinone (1) Consigli Comunali (1) Critical mass (1) DOSSIER (1) Decoro Urbano (1) Depuratore (1) Derby (1) Dissuasori (1) EMERGENZA NEVE (1) Ecomostro (1) FAI - I Luoghi del Cuore: Certosa di Trisulti (1) Farmacia di turno (1) Fontana Tonica (1) Formaggio (1) Frosinone che vorrei (1) Fuochi (1) Gioia Spaziani (1) Giuseppe Alessio Di Sora (1) IO VI SPENGO (1) Inceneritori (1) Incontro Associazione (1) Intolleranza (1) L'Inchiesta (1) Lello Fiorillo (1) Linfedema (1) Luciano Sperati (1) Marina Arduini (1) Matteo Battisti (1) Monumento (1) Monumento naturale Lo Schioppo-Fontana Tonica (1) Morganti (1) Museo (1) NOTIZIE DA DIFFONDERE (1) Nefandezze (1) Nuova Piazza M. della Neve (1) Nuovi Ambiti di Bacino (1) Orti (1) PETIZIONE online (1) Pesicidi (1) Petizione (1) Piante anti smog (1) Piante curative (1) Polveri Sottili (1) Premio Cocco (1) Question Time (1) Raccolta fondi (1) Raeeporter (1) Razzismo (1) Recita a Cavoni (1) Riabilitazione Cardiologica (1) Riciclo (1) Risarcimento (1) Rischio sismico (1) Rotatoria Madonna della Neve (1) Sacchetti biodegradabili (1) Scarichi sospetti (1) Scuola dell'infanzia Polledrara (1) SegnalACI (1) Stadio Benito Stirpe (1) TARES (1) TRUFFE (1) Tecchiena Bella (1) Tensostatico (1) Tesori abbandonati (1) Tribunale del Malato (1) Tumori (1) VOTA il BLOG (1) Valerio nel cuore (1) Via Le Lame (1) Vittime della strada (1) allerta (1) amici (1)

█ Ca puesia dialettale de Frusenone


'Ncima a sta pagena ce mettame ca puesia dialettale de Paolino Colapietro i d'atre artiste de Frusenone nostra... So secure che a isse ce faciarà piacere, 'nnanze tutte perché assì nen ce glie scurdame, i apò perché i so state 'nsieme a glie figlie Erasmo accome a ne frate; me so fatte grosse frequentenne la casa, 'nsieme pure a Anna, Claudia, Cleno, poi Desiree, etc....
(Luciano Bracaglia)


Omaggio a Paolino Colapietro
(Guglielmo Bartoli)





Questo documento, penso risalga agli anni '70


                                                                                              
ROSA




MAMMA MIA TUTTO

Questa di seguito non è come di sovente, una poesia dialettale di Paolino..., l'ha voluta scrivere in Italiano, vista l'importanza che gli volle attribuire per renderla comprensibile a tutti.
Me l'ha donata brevi mano il figlio e mio amico Erasmo, sottolineando con veemenza che è un fatto realmente accaduto, alla madre di papà Paolo e confermato anche da Nena Forti, una signora, oggi abbastanza anziana, che assistette all'evento.
Buona lettura...



















(Paolino Colapietro, "Voce paisana")

« Tu cante glie sturnelle alla ciuciara
sciacquènne le lenzòla ‘n cante Cosa,
nen va chiù l'acqua abballe ma s'apposa,
Nen canta chiù glie gaglie ‘mmiese all'ara,
nen muglia chiù la bufala bavosa,
‘nfenenta la cicala s'arreposa
‘n cima alla cércia accante alla pagliara.
Glie munne tante vòte so girate,
de gente ne so ‘ntisa tanta tanta
ma voce fine a mo nen so truvate
che come a chéssa terra i ciele ‘ncanta:
'sa voce che glie còre fa biate
è voce paisana, è voce santa. »


PALAZZE CURIUSE
Roberto Camilli e Fernando Pacitti cantano " OMAGGIO AL POETA "
testi Paolo Colapietro - musiche di R. Camilli ( Fumone 29/05/2011 )



    SIEME FATTE ACCUSI’

‘Na zitella, né bella né bròtta,
se cecaua a cercà ‘ne marite,
ma niciune, fra tante partite,
se ‘nzugnaua a pigliarse ‘sa cotta.

I passaua, sta pora zitella,
l’ore sane denanze aglie sperchie,
a ‘ncepriarse glie nase i le recchie,
a ‘mbrattarse pe’ farse chiù bella.

Se ‘ngreccheua, studiaua la posa,
se mustraua de core i curtese,
ma niciune, pe’ chiglie paese,
se muueua a pigliarla pe’ sposa.

Se diceune amiche i cummare:
“Che sfurtuna che tè ‘sta puraccia,
è ben fatta de corpe i de faccia,
ma niciune la porta agli’ altare.

Piace assaie se ride o se parla,
è de chiesa, educata, è struita...
ma niciune alle nozze la ‘nvita,
niciun’ ome è disposte a spusarla.

Quanta pena che fa ‘sta purella,
che remane pe’ forza zitella!
Ste penziere ce accora, ce strazzia...
Ce facesse, glie ciele ‘sta grazzia!”

Ma ‘ne giorne, ‘ucìne a Natale,
se sparìa ‘na voce curiosa:
la zitella addauere se sposa
cu ‘ne braue ‘mpiegate statale.

Mieglie assaie se nen fusse succiese!
Succedì ‘ne subbuglie ‘mpaese:
s’arrecchirne piazzette i pagliare
de “cumizzie” d’arcigne cummare:

“Fuss’accisa ‘sta uecchia babianta,
sta racchiona che marcia ‘ncappeglie!
S’è truccata da monaca santa
pe’ purtarse alla casa glie mierglie!

Guarda tu che furtuna è tenuta
sta uecchiaccia balorda i futtuta!
Manche nuje sapème addì come
è rescita a ‘mbruglià ste por’ ome!...

Bròtta zenghera, gobba i sciancata...
E’ spusata!...
E’ spusata!...
E’ spusata!...

 (Paolo Colapietro)





<<<<O>>>>






<<Per motivi di copyright, le seguenti canzoni non sono ad alta risoluzione ma è possibile acquistare il cd originale in vendita nelle edicole di Frosinone>>


BALLATE CIOCIARE di
ROBERTO CAMILLI    e    PAOLO COLAPIETRO






1 -MIEGLIE ESSE LADRE (3:12)


2 - PALAZZE CURIUSE (2:48)
 

3 - LA CANZONE DEGLIE RIE (3:39)

4 - QUANDE CHIOVE (2:38)

5 - UFFESA ALLA SCIENZA (4:08)


6 - LA REGGIA DI CARTONE (4:00)


7 - GASBARONE ANNAMMURATE (2:41)

8 - TROPPE TARDE (3:44)









<<<<O>>>>


28/12/2014

Pubblecame pure caccosa de glie autore GIOVANNI PIZZUTELLI, une deglie chiu appassiunate puete Frusulunese ca cuntinua ancora mo a regalacce belle puesie in vernacule i nen sule. Chesta prima che pubbleche,  relatiua alla nateuetà, l'è regalata stammatina a glie fedele ca starime alla messa delle ore 9.00, alla Chiesa de San Paolo Apostolo. Me so cumplementate che isse i pe gratetudene m'è fatte done della raccolta "GLIE BABBALOTTE". De tante n'tante le pubblecherò a sta pagena dedecata a tutte glie puete Frusulunese. 










Vai Canarino [Paolino Colapietro]
Vai Canarino vola per il campo,
dribbla veloce, dai, dai, dai!
Scarta l’avversario, eccola la rete,

tira potente, gol, gol gol!

All’attacco Frosinone, metti in mostra il tuo valore,

con il gioco del pallone, ci sai fare solo tu!

All’assalto, spara in porta, col ruggito del leone,

sugli spalti noi gridiamo, forza forza Frosinone!

Alè ooo, alè ooo!
Ve lo abbiamo detto ma lo ripetiamo, questo squadrone ci sa far,
se lo vuoi vedere, vieni giù al Matusa, canta con noi, gol, gol, gol!
All’attacco Frosinone, metti in mostra il tuo valore,
con il gioco del pallone, ci sai fare solo tu!
All’assalto, spara in porta, col ruggito del leone,
sugli spalti noi gridiamo, forza forza Frosinone!
Alè ooo, alè ooo!




Posted by Gianluca Ludovici on Lunedì 7 luglio 2014

**************


Bruno Pastorelli

Sto pensando alla mia infanzia ed ai miei giochi, che ho scritto in una mia poesia in vernacolo nel 1985.

Bardasce.

Currenne,
cu ne cerchie de fere,
glie pete scasate,
glie sole cucente,
le uie brecciate,

La lippa de legne,
le strutte magnate,
le buce pe tera
pe le palline,
le genocchia 'ncrustate
pe sta sempre abbassate.

Quande glie sole
deuenteua lione,
iarime a natà
aglie muraglione.

Pouere schioppe sè
propia asseccate,
nemmene glie cucchie
senne saluate.

Culla callaccia
glie nide alle cerce
che seme cacciate.

Le lena frecate
pe fà glie faone,
le petata alla runza
che ce seme magnate.

Alla reuni dalla natata.
ce faciarime glie cappie
cu l'erua 'ntrecciata.

Quante ramarre ,
seme acchiappate,
'ncima alle prete
daglie sole arruiate.

Come me piacesse,
reunì arrete,i passà
na giurnata da Bardasce.
Pastorelli Bruno 1985 / 1986.

*******************************

GLIE SEGRETE DELLA SERIE A (16 Giugne dumiladiciòtte)
Quanne glie arbetre è feschiàte,
i niciùne era sentite,
scoppia pazza assì la festa
i niciùne ferme resta.
Mille cianghe ‘che ‘na botta
pronte chiàppene la rotta
de purtà ‘nche “l`Invasione”
in triúnfe gli campione.
‘Nse capisce chiù ‘na mazza,
Frusenone è tutta pazza,
sventulènne le bandiere,
ora, sempre i chiù de iere,
giallazzure è ‘l carusèlle
sotte a ’n cànteche de stelle !
Glie avversarie `nce sa sta’ ,
ca nui stàme ‘n serie A,
i ‘ncuméncene le lagne
di chi pensa sule a chiagne:
“ ‘Ne rigore ‘nc’ ènne date
i le palle ènne teràte
‘n campe certe giucatore
giallazzúre da dafòre…”…
Se scatena glie prucesse
de scienziate i atre fésse
che se crédene spurtive
giuste aprènne le gengive.
‘Mpró a `sse quattre saprecune
ambulùse i capesciùne,
respunname pe´ le rime
da signure accome sième:
“Ce despiace propria tante,
care gùfe militante,
che rescrítte, pe’ la gloria,
sieme ancora ‘n atra storiA.
Apperciò cu l`eleganza
de chi sempre prima pènza,
ve mannàme `ste bigliette
cu passione i tante affètte,
glie messagge è une sule:
jate tutte ‘npò affancule !”
……..
´Nvece mo’ voglie sbelà
glie segrete della A,
accomm`è che senza bòria,
siéme avùte la vittoria.
Recurdate che all`andata
la trasferta fu vietata ?
Recurdate glie schiaffone
date a Mirke a bbone a bbone ?
Senza dòppe che scurdàme
( “20 uóte” repetàme)
glie gaifàsse ‘nche la “ski”
che alla fine è fatte schi…;
se credeva (che cinciàre !)
forte chiù de gli Ciuciàre.
Ma la storia, ce le `nzegna,
chiste pòpule tè tigna
apperciò ‘nce pruvucàte
ca apo’ male ue faciàte.
Ecque qua accome è ita,
ca siém vinte la partita:
nen c´è trucche i nen c’ è ‘ngànne,
‘nc`è resarciménte dànne,
glie "segrete" è tutte qqua:
…..C’ÈRENE FATTE ASSAIE ‘NCAZZÀ !!!
G.S. – 18 Giugno 2018

Nessun commento:

Posta un commento

Non sono accettati commenti come "ANONIMO" senza nome e cognome.
Il moderatore, non li pubblicherà. GRAZIE.