Frosinone BRUTTA (249) Frosinone BELLA (220) PM10 (65) ACEA ATO5 (51) ANNUNCI IMPORTANTI (37) Terme Romane (32) Ambiente ed inquinamento (28) “RR” - Risolti (24) Il fiume Cosa (21) Sanità (17) Villa Comunale (14) #BASTACEA (13) Frosinone Calcio (11) Frosinone Bella e Brutta (10) Progetto Acqua comune (10) Comunicazioni Ass. FR BeB (8) Proposte (8) Mobilità sostenibile (7) Pedalata Ecologica (6) Piedibus (6) Piste Ciclabili (6) Rotatorie (6) Acqua (5) Associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente (5) Cavoni 2 (5) FRANE (5) La Radeca (5) La Uespa (5) Raccontando (5) Via Casone (5) Discarica (4) Salviamo il paesaggio a Frosinone (4) Via Don Minzoni (4) Albero della Pace (3) Chiesa Madonna della Cercia (3) Tombe Allagate (3) WI-FI (3) Alberi (2) Archeologia (2) CANI (2) Carnevale (2) Cartoline di Frosinone (2) Cavoni (2) Cittadino Volsco (2) Coordinamento Interprovinciale (2) Differenziata (2) GASP (2) I Piloni (2) Incendi (2) Interporto (2) Multiservizi (2) Nordic Walking (2) Registro dei tumori (2) TARI (2) Uiente aculone (2) ARPA LAZIO (1) ASL (1) ASSEMBLEA ASPIRANTI SINDACO (1) AVIS (1) Africa (1) Albo Pretorio Comune Frosinone (1) Alex Zanotelli (1) Arquata del Tronto (1) Auguri (1) Ballarò (1) Biomasse (1) Bookcrossing (1) Buon Natale (1) CODACONS (1) COTRAL (1) Clochard (1) Consigli Comunali (1) Critical mass (1) DOSSIER (1) Decoro Urbano (1) Derby (1) Dissuasori (1) EMERGENZA NEVE (1) FAI - I Luoghi del Cuore: Certosa di Trisulti (1) Farmacia di turno (1) Formaggio (1) Frosinone che vorrei (1) Fuochi (1) Gioia Spaziani (1) Inceneritori (1) Incontro Associazione (1) Luciano Sperati (1) Marina Arduini (1) Matteo Battisti (1) Morganti (1) Museo (1) Nefandezze (1) Nuova Piazza M. della Neve (1) Nuovi Ambiti di Bacino (1) Orti (1) PETIZIONE online (1) Pesicidi (1) Petizione (1) Piante anti smog (1) Piante curative (1) Premio Cocco (1) RIFIUTI (1) Raccolta fondi (1) Raeeporter (1) Recita a Cavoni (1) Registro Tumori (1) Riciclo (1) Risarcimento (1) Rischio sismico (1) SIN Valle del Sacco (1) SegnalACI (1) Stadio Benito Stirpe (1) TARES (1) TRUFFE (1) Tecchiena Bella (1) Tensostatico (1) Terremotati (1) Tesori abbandonati (1) VOTA il BLOG (1) Valerio nel cuore (1) Vittime della strada (1) ambiente (1) amici (1) senzatetto (1)

martedì 10 ottobre 2017

- LINEA DURA CONTRO I FUOCHI IN CAMPAGNA E NEI BOSCHI...

Invito il sindaco NicolaOttaviani ad istituire un canale PREFERENZIALE con l'assessore all'ambiente per denunciare fuochi...

Mi piaceVedi altre reazioni
Commenta
Commenti
Luciano Bracaglia Questo da me segnalato ai vigili si trova in via fornaci...

Mi piaceVedi altre reazioni
Rispondi47 min
Gestire
Luciano Bracaglia INFORMO TUTTI I PROPRIETARI TERRIERI CHE SFALCIANO ERBA E ROVI, ANZICHÈ DARGLI FUOCO E SVILUPPARE IL NOCIVO BENZO(A)PIRENE, DI CHIAMARE IL NUMERO VERDE GRATUITO DELLA DE VIZIA: 800-046.306 E PRENDERE APPUNTAMENTO PER IL RITIRO ALTRETTANTO GRATUITO.

CHI BRUCIA FACENDO CAPITARE ANCHE PLASTICA ED ALTRI INQUINANTI FA MALE A SE STESSO, AI FIGLI, AI NIPOTI E A TUTTI NOI...

COLLABORATE TUTTI, DENUNCIANDO AI VIGILI L'ACCENSIONE DEI FUOCHI...
SPERANDO CHE IL COMUNE CI FORNISCA UN CANALE PREFERENZIALE PER AGIRE RAPIDAMENTE.

martedì 3 ottobre 2017

- Acqua pubblica: assemblea aperta...

L’acqua gioca un ruolo importantissimo ed essenziale per la sopravvivenza degli organismi viventi, (animali e vegetali della terra), al punto che nessuno può esserne il "PADRONE" e noi cittadini della Ciociaria, visti i trascorsi del gestore, dobbiamo operare affinché torni pubblica e non oggetto di profitti e distribuzione di utili tra i privati.


Finalmente si reagisce e ci si muove concretamente.... Infatti,
a seguito dell'incontro di sabato 30 settembre, con il Comitato Provinciale Acqua Pubblica Frosinone, si propone una assemblea aperta per sabato 7 ottobre, in l.go Paleario, 7, a Frosinone alle ore 15, che verterà sui seguenti punti:

1) Stato dell'arte sull'attività di contestazione delle bollette dell'acqua;

2) Prospettive della azione di risoluzione contrattuale in vista del pronunciamento del TAR di Latina a fine novembre, con un possibile sit in a Latina;

3) Punto sulla situazione regionale anche alla luce delle sopravvenute criticità in merito alla siccità estiva, con le elezioni regionali in vista;

4) Campagna di pressione politica verso gli enti locali che potrebbe culminare con una manifestazione a livello provinciale nel mese di novembre.

Considerata l'importanza delle questioni, il momento delicato sia sociale che politico, le prossime tappe della vicenda provinciale e regionale,

SI FA APPELLO AD UNA PARTECIPATA E PROPOSITIVA PRESENZA di TUTTO IL POPOLO CIOCIARO.

.

giovedì 28 settembre 2017

- Registro tumori in provincia di Frosinone: Perché non lo vogliono...???

Perché Regione ed ASL non vogliono il registro dei tumori in provincia di Frosinone...? Cosa c'è sotto...? Troppo tempo è passato da quando è stato approvato in Regione Lazio, il 27/07/2016...!!!


"...è una norma di legge voluta dal Consiglio Regionale”.



SANITÀ: NUOVO REGOLAMENTO SU REGISTRO TUMORI PER MIGLIORE ASSISTENZA AI MALATI

Dalla prevenzione alla raccolta dati, dall’informazione al monitoraggio dei programmi di screening. La Giunta ha approvato il regolamento relativo al Registro tumori della Regione Lazio. Uno strumento importante per migliorare le cure e l’assistenza
27/07/2016 - “Regolamento di attuazione e integrazione della legge regionale 12 giugno 2015, n. 7” sull'istituzione del Registro Tumori della Regione Lazio. È stato approvato dalla Giunta e ora seguirà il parere della Commissione Sanità del Consiglio regionale della Pisana e dell’Autorità Garante della Privacy, per il trattamento dei dati personali.

Gli obiettivi del registro saranno molteplici:
  • raccogliere ed elaborare dati completi sui casi di tumore, anche infantile, che si verificano nella popolazione della Regione;
  • fornire materiale di consultazione per progetti regionali, nazionali e internazionali nel campo dell’oncologia;
  • supporto su cure palliative e terapia del dolore per i piani regionali;
  • valutare appropriatezza dei trattamenti terapeutici in oncologia e rilevare eventuali differenze nell’accesso alle cure erogate, in relazione alle condizioni socio-economiche e all’area geografica di provenienza;
  • interventi di prevenzione primaria e valutazioni per l’attivazione di campagne di diagnosi precoce, come gli screening oncologici;
  • monitorare risultati dei programmi di screening tradizionali e/o sperimentali, attivi nelle aziende sanitarie locali;
  • supporto per studi epidemiologici finalizzati all’analisi dell’impatto dell’ambiente sull’incidenza della patologia oncologica;
  • informazione continua e completa per la popolazione della Regione, anche in relazione a episodi di concentrazioni spazio-temporali di casi oncologici anomali e al di fuori delle medie nazionali.
“È un passo importante nel contrasto alle malattie tumorali – sottolinea il Presidente Nicola Zingaretti - che migliora l’efficacia e l’efficienza dell’assistenza ai malati e risponde così a una norma di legge voluta dal Consiglio Regionale”.

Per svolgere le diverse mansioni, il Registro sarà collegato alle Unità funzionali (Uf) presenti nelle strutture del Lazio: da quella della Città metropolitana di Roma, dove si trova l’Istituto Nazionale Tumori “Regina Elena”, a quelle delle Asl di Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo, all'unità funzionale regionale dei tumori infantili, presso il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio.

*************

Il 16 settembre, si apprende dalla stampa che il consigliere Cassinate Di Mambro, propone l'autotassazione per politici e comuni, per istituire il registro tumori.

Il 19 settembre, il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’alessandro ed il consigliere comunale Carmine Di Mambro, incontrano il Commissario straordinario Luigi Macchitella e il dottor Giancarlo Pizzutelli Direttore del Dipartimento di Prevenzione ASL Frosinone, per discutere dell’effettiva istituzione del Registro dei tumori nel territorio della Provincia di Frosinone...
*************
Il 20 settembre, Gianluca Pistore, cittadino di Cassino che ha vissuto l'amara esperienza della perdita del padre per tumore, lancia questo video messaggio a sostegno della battaglia che il Di Mambro sta portando avanti...


da L'inchiesta del 20 settembre si legge:

Cassino, Registro dei tumori: arrivano buone notizie dall’Asl di Frosinone e dalla Regione Lazio







Cassino, Registro dei tumori: arrivano buone notizie dall’Asl di Frosinone e dalla Regione Lazio
CASSINO - Altri piccoli passi in avanti sono stati fatti per l’istituzione del Registro dei tumori a Frosinone con l’incontro che c’è stato ieri mattina tra il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’alessandro, il consigliere comunale Carmine Di Mambro, il Commissario straordinario Luigi Macchitella e il dottor Giancarlo Pizzutelli Direttore del Dipartimento di Prevenzione ASL Frosinone, per discutere dell’effettiva istituzione del Registro dei tumori nel territorio della Provincia di Frosinone e nel Consiglio regionale del Lazio con l’approvazione dell’Odg presentato dal M5S per il finanziamento del registro. «Il Commissario Macchitella e il dottor Pizzutelli ci hanno comunicato che venerdì prossimo si svolgerà una riunione a Roma per organizzare l’attivazione di questa importante forma di prevenzione in tutte le Asl della Regione Lazio – ha chiarito il sindaco Carlo Maria D’Alessandro a margine dell’incontro - Ci hanno altresì rassicurato che entro breve termine il registro dei tumori sarà operativo e funzionante per quanto concerne la Asl di Frosinone». «Spero che questa mia battaglia – ha detto invece Carmine Di Mambro – porti effettivamente, come ci hanno rassicurato i vertici dell’azienda sanitaria locale del territorio alla istituzione di questo importante strumento per la tutela della salute di tutti i cittadini. Mi auguro che le affermazioni del Commissario straordinario dell’Asl di Frosinone Luigi Macchitella trovino riscontro tra qualche giorno nei fatti. Non ho tollerato le prese in giro del governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti figuriamoci quelle di persone che dovrebbero lavorare per assicurare una qualità della vita migliore a tutti noi. Restiamo dunque in attesa che arrivi qualche segnale concreto dopo la riunione del prossimo 22 settembre a Roma, ma i miei appelli ai Sindaci, ai parlamentari e ai consiglieri regionali eletti sul territorio per contribuire a reperire le risorse necessarie per istituire ufficialmente il registro dei tumori restano ancora validi ed io a disposizione di chiunque voglia sostenere questa battaglia per la salute pubblica. Perché grazie a questa azione sembrerebbe che le cose si stiano muovendo».
***
Buone notizie per l’attivazione del Registro dei tumori arrivano anche da Roma come evidenzia la consigliera del Movimento 5 Stelle Valentina Corrado. «Oggi (ieri, ndr) l’aula ha approvato il nostro Ordine del Giorno che impegna il Presidente Zingaretti a finanziare il registro tumori, un fondamentale strumento istituito grazie ad una nostra legge nel 2015 e che da allora non è mai entrato in funzione, tanto per la mancanza di volontà politica da parte del Pd come per il commissariamento dei conti della sanità laziale.
In questi anni, ad ogni manovra finanziaria, ho visto rigettare le proposte di finanziamento della legge fino allo scorso agosto quando l'assessore ha motivato l'impossibilità per il consiglio di finanziare con le risorse libere del bilancio spese in materia di sanità. E' necessario che Zingaretti provveda con un atto come  commissario ad acta a stanziare per il registro tumori una parte delle risorse del fondo indistinto che finanzia il servizio sanitario regionale.
L’atto approvato oggi è la risposta che l’aula ha voluto dare alle molte richieste che negli ultimi due anni sono arrivate dai territori falcidiati dall'inquinamento. Spero che Zingaretti dia seguito all’indirizzo dato dall’aula e la smetta di rimanere indifferente di fronte ad un fondamentale strumento di prevenzione atteso da tutti i cittadini del Lazio a tutela della loro salute».

L'ottimismo e l'euforia manifestati dal sindaco e dal consigliere di Cassino, su L'inchiesta del giorno 20, vengono vanificati dopo il viaggio  del 22 settembre, da parte dei funzionari ASL a Roma. Infatti si apprende che Macchitella sostiene che la provincia di Frosinone non sia esposta a particolari rischi...! Le reazioni del Di Mambro sono immediate... 

**************

Anche io oggi, nel leggere questa notizia, mi sono sentito di intervenire a sostegno dell'iniziativa ed ho scritto su Facebook manifestando la mia indignazione. Insieme alle associazioni che anno aderito al Coordinamento Interprovinciale per Ambiente e Salute della Valle del Sacco e Bassa Valle del Liri, siamo a disposizione per sostenere questa nobile battaglia, tutti insieme e con il sostegno concreto e scientificamente valido da parte dell'Associazione dei Medici di Famiglia per l'Ambiente.
Ritengo che nessuno di noi, vorrà astenersi dal farlo.
Di Mambro, complimenti e, avanti decisi....! Siamo tutti con te....
Luciano Bracaglia

**************

da Casilina News del 29/09/2017

Registro tumori Valle del Sacco: se ne parla ma non si sa cos’è né a che serve


Leggiamo di seguito la nota ufficiale riguardante un’annosa questione: L’Associazione Medici di Famiglia per l’Ambiente di Frosinone e Provincia ha  preso atto che da tempo ormai e sempre più frequentemente si fa riferimento al Registro Tumori per la Valle del Sacco nei più disparati ambiti, ma che al tempo stesso non si registrano spiegazioni esplicative sulla significatività e sulla fondamentale valenza applicativa dello stesso. In qualità di medici, nell’adempimento del compito informativo proprio dell’Associazione, intendiamo rendere partecipe  la collettività su tale tema. Cerchiamo di capire meglio che cos’è un registro tumori. Il registro tumori rappresenta la raccolta di tutti i dati di un malato oncologico dalla diagnosi della sua malattia fino alla guarigione o alla morte (una sorta di libro che racconta la complessa storia di ogni paziente). In Italia ci sono 43 registri tumori che coprono il 47% della popolazione. I singoli registri possono rappresentare una provincia, una ASL, o un territorio più o meno esteso. Come funziona un registro tumori? I medici, ospedalieri o curanti, che pongono diagnosi di neoplasia sono autorizzati a passare le informazioni del paziente al registro tumori locale.
Facciamo un esempio: se ad un paziente è stato diagnosticato un tipo di tumore durante un ricovero ospedaliero, dovranno essere inviati i suoi dati al registro tumori locale ( nome, cognome, età, residenza, tipo di tumore, fattori di rischio..) nel corso del tempo, sempre lo stesso paziente effettuerà diversi ricoveri ospedalieri, magari in altre ASL, o in altre province e la sua scheda sul registro tumori verrà costantemente aggiornata e andrà ad arricchire il suo data base. Sarà riportato anche il tipo di cure ricevute, se dopo le cure c’è stato un miglioramento della malattia, gli interventi chirurgici, insomma tutto verrà tracciato sulla sua scheda personale. Sarà poi riportato se c‘è stata guarigione completa dalla malattia o exitus. Tutto questo iter, in qualsiasi parte d’Italia verrà effettutato, sarà sempre riconducibile allo stesso paziente, proveniente da una precisa località. Perché è importante costruire una rete di registri? Perché permette di avere, a livello nazionale, i dati reali di incidenza dei singoli tumori, permette di valutare se c’è un’ aumento della sopravvivenza nel corso degli anni, se le cure hanno determinato una riduzione della mortalità e quindi dimostrare la loro efficacia.
Permette inoltre di indirizzare meglio i programmi di screening verso alcune forme oncologiche che risultano prevalenti. Perché è importante avere un registro tumori nella Valle del Sacco? La Valle del Sacco è riconosciuta da anni come SIN, cioè sito di interesse nazionale pertanto dichiarata zona a rischio per l’ambiente e per la salute dei cittadini per la presenza di fattori ambientali inquinanti: ancora di più rispetto ad altri territori necessita di un accurato monitoraggio sanitario. Se ad un paziente che abita in un paese della Valle del Sacco viene posta diagnosi di un tumore, non essendoci obbligo di segnalare il caso, non verrà effettuata nessuna raccolta dei dati e il paziente non avrà alcuna storia clinica scritta.
Se poi si volesse tentare di avere un numero preciso di malati o di morti per cause oncologiche, i dati sarebbero molto frammentari: infatti i pazienti, una volta posta loro la diagnosi della malattia potrebbero essersi spostati in altre province o altre regioni e si perderebbe ogni loro traccia. Si capisce che non esistendo il registro tumori non si può avere la reale fotografia dello stato di salute della popolazione della Valle del Sacco : del tutto aleatorio e approssimativo risulterà parlare di pochi o molti malati di tumore.
E soprattutto, senza registro tumori non si riuscirà mai a dimostrare che prevale una forma tumorale su altre e la sua possibile associazione con fattori di inquinamento ambientale e mai si riuscirà a allontanare la probabile causa di malattia. Insomma tutto resterebbe avvolto nella cortina di fumo che non ha permesso fino ad ora di far luce su una questione così importante come la salute degli abitanti di questo bistrattato territorio.
Dott.ssa Cristina Volponi, Dott.ssa Teresa Petricca, Dott. Giovambattista Martino

lunedì 25 settembre 2017

- Trasparenza su raccolta fondi pro terremotati Arquata del Tronto

Con l'Associazione Frosinone Bella e Brutta, abbiamo avvertito la necessità di rendere noti i motivi per cui ad oggi non abbiamo ancora consegnato i 1.500 euro raccolti per i terremotati di Arquata del Tronto.
L'anno scorso, prendemmo accordi con il presidente della Pro loco della città, proponendogli di gestire alcune bici (per 1.500 euro) che avremmo acquistato per farle utilizzare in maniera gratuita da bambini, ragazzi ed adulti, suoi concittadini.
Le difficoltà che emersero furono legate alla mancanza di una struttura idonea ove ricoverarle e che avrebbero dovuto ottenere dal comune ma, come noto, i tempi di realizzazione e consegna di strutture o container, sta andando molto per le lunghe.
Oggi, per rendere nota tale situazione, per trasparenza verso tutti i nostri cittadini che fecero le donazioni alla pedalata dell'anno scorso,  ho scritto questo messaggio a Luca, presidente della pro loco...


Questa la sua risposta...



Tanto vi era doverosamente dovuto..... e vi terremo sempre aggiornati, se ci saranno novità.

giovedì 21 settembre 2017

- Sognando... la ciclabile che ci sarà VII Ed 2017

#NENCELAFACIAMECHIU è il motto di questa edizione...
Sono ormai 7 anni che lanciamo il messaggio all'amministrazione comunale... e come negli anni precedenti, se parteciperete, non ve ne pentirete...!!!
...  VOGLIAMO LE PISTE CICLABILI.



L'evento su Facebook:



/////\\\\\


<<SARANNO SORTEGGIATI GRATUITAMENTE RICCHI PREMI, TRA I QUALI UNA BICICLETTA E LA MAGLIETTA DI UN GIOCATORE DEL FROSINONE CALCIO, CON LE FIRME DI TUTTI I GIOCATORI.
INOLTRE SARANNO REGALATI LIBRI A TUTTI I BAMBINI PRESENTI IN BICICLETTA>>
/////\\\\\

RINGRAZIAMO GLI ORGANI DI STAMPA E TV CHE SI SONO PRESTATI PER DIFFONDERE L'EVENTO...
- Cinzia Cerroni, (il video di Lazio Tv Frosinone);
- Luciano D'Arpino, (articolo de Il Messaggero);
- -----
- -----
Il Messaggero




Passano gli anni ma nulla cambia...
#NENCELAFACIAMECHIU
GUARDATE LA SITUAZIONE DELLE PISTE CICLABILI A FROSINONE....

FROSINONE - SOGNANDO LA CICLABILE CHE CI SARA -FROSINONE BELLA E BRUTTA- from TG24.info on Vimeo.


************************



1 ottobre 2017 Foto e video

Clicca su questa immagine per vedere tutte le foto della pedalata







Audio con dichiarazioni del sindaco Ottaviani
(clicca la foto per ascoltarlo)



video


L'esibizione dell'artista Guglielmo Bartoli



L'esibizione dell'artista Milena Frantellizzi in arte Marianecola...




Le foto della premiazione

Bici offerta da Archilletti Moto

La maglia del giocatore Frara con le firme di tutta la squadra

La bici offerta da Decathlon
.

L'articolo di Alessandro Redirossi

Da EditorialeOggi


.

mercoledì 20 settembre 2017

- NORDIC WALKING: impazza a Frosinone

Frosinone "BELLA"


Alla Villa Comunale, c'è un percorso creato appositamente per praticare questa benefica disciplina.
L'ASD Nordic Walking Frosinone, con un bel gruppo di praticanti, lo percorre 2 volte a settimana, il mercoledì e sabato, dalle ore 09.00 alle 10.30, con istruttori federali. Provare per credere....

Questa mattina 20/09/2017 ci siamo fatti fare una foto tutti in gruppo, dopo una salutare "camminata nordica", questa è la traduzione di Nordic Walking.
Sono 5 anni che lo pratico, ed i benefici li sento dopo un periodo di fermo....

Presso la Villa Comunale di Frosinone


.......................

Per accedere al gruppo NW di Frosinone su Facebook, [clicca qui]


.......................