Frosinone BRUTTA (249) Frosinone BELLA (220) PM10 (65) ACEA ATO5 (51) ANNUNCI IMPORTANTI (37) Terme Romane (32) Ambiente ed inquinamento (28) “RR” - Risolti (24) Il fiume Cosa (21) Sanità (17) Villa Comunale (14) #BASTACEA (13) Frosinone Calcio (11) Frosinone Bella e Brutta (10) Progetto Acqua comune (10) Comunicazioni Ass. FR BeB (8) Proposte (8) Mobilità sostenibile (7) Pedalata Ecologica (6) Piedibus (6) Piste Ciclabili (6) Rotatorie (6) Acqua (5) Associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente (5) Cavoni 2 (5) FRANE (5) La Radeca (5) La Uespa (5) Raccontando (5) Via Casone (5) Discarica (4) Salviamo il paesaggio a Frosinone (4) Via Don Minzoni (4) Albero della Pace (3) Chiesa Madonna della Cercia (3) Tombe Allagate (3) WI-FI (3) Alberi (2) Archeologia (2) CANI (2) Carnevale (2) Cartoline di Frosinone (2) Cavoni (2) Cittadino Volsco (2) Coordinamento Interprovinciale (2) Differenziata (2) GASP (2) I Piloni (2) Incendi (2) Interporto (2) Multiservizi (2) Nordic Walking (2) Registro dei tumori (2) TARI (2) Uiente aculone (2) ARPA LAZIO (1) ASL (1) ASSEMBLEA ASPIRANTI SINDACO (1) AVIS (1) Africa (1) Albo Pretorio Comune Frosinone (1) Alex Zanotelli (1) Arquata del Tronto (1) Auguri (1) Ballarò (1) Biomasse (1) Bookcrossing (1) Buon Natale (1) CODACONS (1) COTRAL (1) Clochard (1) Consigli Comunali (1) Critical mass (1) DOSSIER (1) Decoro Urbano (1) Derby (1) Dissuasori (1) EMERGENZA NEVE (1) FAI - I Luoghi del Cuore: Certosa di Trisulti (1) Farmacia di turno (1) Formaggio (1) Frosinone che vorrei (1) Fuochi (1) Gioia Spaziani (1) Inceneritori (1) Incontro Associazione (1) Luciano Sperati (1) Marina Arduini (1) Matteo Battisti (1) Morganti (1) Museo (1) Nefandezze (1) Nuova Piazza M. della Neve (1) Nuovi Ambiti di Bacino (1) Orti (1) PETIZIONE online (1) Pesicidi (1) Petizione (1) Piante anti smog (1) Piante curative (1) Premio Cocco (1) RIFIUTI (1) Raccolta fondi (1) Raeeporter (1) Recita a Cavoni (1) Registro Tumori (1) Riciclo (1) Risarcimento (1) Rischio sismico (1) SIN Valle del Sacco (1) SegnalACI (1) Stadio Benito Stirpe (1) TARES (1) TRUFFE (1) Tecchiena Bella (1) Tensostatico (1) Terremotati (1) Tesori abbandonati (1) VOTA il BLOG (1) Valerio nel cuore (1) Vittime della strada (1) ambiente (1) amici (1) senzatetto (1)

domenica 28 settembre 2014

- Mercato Itinerante Domenicale a Cavoni: Suggerimenti.



Dopo piazza Sandro Pertini, piazzale Europa e Madonna della Neve, oggi 28/09/2014, è stata la prima volta di Cavoni ad ospitare gli oltre 70 ambulanti che hanno colorato il popoloso quartiere.
Un bagno di folla, invogliata anche dalla splendida giornata di sole.
Momenti di aggregazione e socializzazione per i cittadini.



Ci permettiamo però, di proporre alcuni suggerimenti all'amministrazione, per migliorarne la viabilità ed intervenire positivamente sulla riduzione dell'inquinamento:

1° -  Spostare il porta bici che è stato installato vicino le Bike Sharing (inutilizzato in quell'area...), e posizionarlo in  prossimità dell'edicola e bar;
2° - Prevedere un servizio navetta per ogni mercato domenicale, per far si che possano essere lasciate le auto a casa...
3° - Dotare i mercati di idonei contenitori per i rifiuti.
G R A Z I E . . . . . . 

sabato 27 settembre 2014

- Nella chiesa del cimitero di Frosinone, i Misteri Gloriosi in arte

Bella l'iniziativa delle associazioni Valerio nel Cuore, ADOLAS e genitori di figli scomparsi prematuramente... Oggi, dopo la santa messa, sono state scoperte al pubblico 10 opere bellissime che hanno reso la chiesa splendente come non lo era mai stata.

Subito dopo, presso un locale della Chiesa Madonna della Neve, sono stati premiati dal sindaco Ottaviani e consorte, i bravi artisti locali che si sono cimentati nel realizzare le bellissime opere.

La premiazione si è conclusa con un appetitoso rinfresco.

Cliccare sull'immagine, per vedere la galleria di foto dell'evento
Interno della Chiesa del cimitero di Frosinone


Di seguito, ilvideo che mette in bella mostra il nuovo arredo artistico.

, però, v'invito ad andare a  vederlo dal vero...

video

- Ex Multiservizi, durante lo Street Food

 [Frosinone Bella]

Foto di repertorio da L'Inchiesta
Mentre nel corso principale del centro storico di Frosinone impazza lo Street Food, percorso eno-gastronomico che ridà un po di vita alla città, loro, quelli della ex Multiservizi, licenziati, sono sempre li, sotto la tenda..., in un angolo di Piazza VI dicembre.
Ormai da 170 giorni bivaccano..., soffrono... ma, lo spirito che li accomuna e li spinge a lottare per la sopravvivenza, la voglia di andare avanti a testa alta, la mostrano ai passanti..., ti invitano a partecipare al loro Street Food e ci tengono a precisare: "Qui è gratis"... 
Ti offrono una crespella cucinata divinamente e ci mettono dentro un'erta fetta di mortadella affettata al momento e a mano, un bicchiere di buon vino rosso e dicono: - se poi, prima di andare via, ci torni a trovare, "ce faciame ne grappine che na ciammelletta olie i uine...".
Foto di Fabio Bracaglia
Foto di Fabio Bracaglia
Cosa dire..., è gente buona, gente di cuore che non meritava di finire come l'hanno fatta finire...!!! I politici sono tanto bravi a lottare per spartirsi le poltrone, come sono pessimi ed incapaci per affrontare i problemi a difesa dei propri cittadini.....!

Un abbraccio a tutti voi e grazie per la generosa e calorosa accoglienza. Devo ringraziarvi e dirvi che oltretutto, siete stati preziosi perché ormai, al vero "Street Food", non si trovava quasi più nulla....

Ahhh..., dimenticavo....., andando via, mio nipote che era li con me, ha esclamato:
- "Nonno, ma quant'è brava quella gente...!!!"

giovedì 25 settembre 2014

- Bagni pubblici al Casaleno AUT...!!!

Ci hanno chiamato in causa, dal mercato Casaleno e siamo intervenuti.....



Frosinone è sempre Frosinone.... 

Ovunque si volga lo sguardo, si resta stupiti...
in negativo...!!!
Questa è da mesi la situazione, più volte segnalata sia da noi che dai commercianti, negli unici bagno pubblici, a servizio del mercato Casaleno. Suggeriamo di chiuderli e far installare quelli con manutenzione a carico della ditta installatrice... e forse, resteranno puliti e meno pericolosi per chi li utilizza. 

Ahhh, dimenticavo, qualora li chiudeste, non dimenticate di far riparare il rubinetto... perché, a Frosinone e provincia,  l'acqua, costa molto cara...!!!

Il video della situazione.....





<<<< O>>>>

Una proposta percorribile...



Vedi come si comportano in Francia.... [CLICCA]

===()===

03/12/2015....
Non le vado cercando... mi chiamano...!!!
Cliccate sotto e cercate di non vomitare....
Bagni nell'indecenza totale....
[clicca l'immagine per il video]

mercoledì 24 settembre 2014

- Decoro urbano: proposta di adesione al sindaco Ottaviani



Il consigliere Prisco Santoro, del direttivo dell'associazione Frosinone Bella e Brutta, ha sollecitato il sindaco del capoluogo, con una mail, affinché si adoperi per far aderire il comune di Frosinone al progetto DECOROURBANO


E' uno strumento partecipativo on-line gratuito, per istituzioni e cittadini, utile per le segnalazioni, alla propria amministrazione, di qualunque forma di degrado.





Attraverso la completa integrazione con i Social network, gli interventi ottengono ampia risonanza mediatica e riscuotono il consenso di tutta la community.
Possiamo essere fiduciosi di entrare a far parte anche noi dei comuni che hanno aderito...???


Per l'adesione è necessaria la sottoscrizione dei seguenti moduli:



Entrambi i moduli vanno firmati dal Sindaco, da un suo delegato o accompagnati ad una delibera di giunta. Una volta firmati vanno inviati alla nostra PEC maioralabs@legalmail.it, o inviati in duplice copia presso: Maiora Labs SRL, Via del Gazometro 50, 00154 Roma.

Per scaricare l'applicativo sui propri smartphone (Android o iPhone) cliccare qui:

Decoro Urbano - We DU!

Il 31/10/2014 abbiamo fatto una nuova segnalazione a Decorourbano il quale ci ha ringraziato così:


Decoro Urbano - We DU!

Ciao Luciano Bracaglia,

Grazie per aver utilizzato Decoro Urbano, la tua segnalazione è pubblicata ed è consultabile a questo indirizzo:

http://www.decorourbano.org/rifiuti/frosinone/viale-parigi/39927/
Viale Parigi
È una schifezza che continuiamo a segnalare ripetutamente al Comune di Frosinone ma nulla viene fatto per eliminare questo scempio di inciviltà... È vergognoso...!!!
31 ottobre 2014 12:23
Abilita la visualizzazione delle immagini per vedere questa segnalazione Abilita la visualizzazione delle immagini per vedere questa segnalazione
Utilizza gli strumenti di share per diffondere la tua segnalazione, la cittadinanza attiva inizia da te!

Utilizza Decoro Urbano al top! Scopri le applicazioni smartphone gratuite per inviare segnalazioni direttamente dal cellulare!





Abbiamo provveduto ad inviare una mail d'invito agli iscritti dell'associazione ed ai partecipanti alla pedalata del 19 ottobre, chiedendo al sindaco Ottaviani di adottare questa procedura tra l'altro gratuita.
Ecco di seguito, il contenuto del testo:

"Vi rivolgiamo un invito, (rivolto essenzialmente ai possessori di smart phone, iphone, ecc..), a scaricare ed utilizzare questa APP, utilissimo strumento di sensibilizzazione, collaborazione e partecipazione con l'amministrazione comunale. 
Abbiamo già da tempo invitato il sindaco (che ci legge in indirizzo), ad aderire anche a Frosinone a questa iniziativa che molti comuni hanno già da tempo fatta loro. Approfitti del nuovo volenteroso assessore all'ambiente Francesco Trina, (che altrettanto ci legge in indirizzo).
Il comune di Frosinone, ora più che mai, deve aderire a questo nobile servizio che avvicina i cittadini "civili", alla trasparenza e partecipazione con l'ente municipale. Ora più che mai perché sta partendo il Progetto RAEE@scuola... e questo sarebbe un ottimo strumento da far utilizzare agli alunni. (è GRATIS...)
Grazie e buon fine settimana a tutti,
Luciano Bracaglia
Presidente
Ass. di Vol. Frosinone Bella e Brutta". 


==========



Ed ecco finalmente, in data 25/03/2015, arrivare una risposta concreta dal vice sindaco e assessore all'Ambiente e Mobilità, Francesco Trina:

  "Caro Luciano, ti allego proposta di delibera "PROGETTO DECORO URBANO" che verrà portata all'attenzione della prossima Giunta prevista per il prossimo 1 Aprile. Come già peraltro anticipato verbalmente in occasione della riunione di ieri sera il servizio partirà in via sperimentale per il verde pubblico, l'ambiente e i rifiuti. Saluti. Francesco Trina".

Veramente una gran bella notizia che consentirà alla cittadinanza attiva di collaborare con l'amministrazione comunale, segnalando casi che necessiteranno di interventi... e, siamo certi che non mancheranno...!!!

Qui di seguito il PDF della proposta di delibera che sarà proposta in giunta il prossimo 1 aprile:

venerdì 19 settembre 2014

- Criticità segnalate all'assessore ai LL.PP. Fabio Tagliaferri

Il 18/09/2014, ci siamo incontrati con l'assessore ai Lavori Pubblici Fabio Tagliaferri. In primis, lo scopo dell'incontro, era quello di evidenziare lo stato non proprio per la quale, un locale dove vengono venduti alimenti, sia tenuto in una situazione di degrado al limite del rispetto delle norme igienico sanitarie. Poi, approfittando dell'occasione, gli abbiamo sottoposto altri punti critici della città come da pro-memoria qui presente. Nel video che segue, il colloquio intercorso con le risposte dell'assessore... All'incontro abbiamo invitato a partecipare anche Riccardo Spaziani dell'associazione Forming che si era già interessato insieme a noi al mercato coperto e la signora Cupini ch tanto tiene a riportare al suo splendore di una volta, l'asilo di Maniano, chiuso già da tempo e lasciato nell'abbandono totale.


Altro punto da inserire è:
9. l'Albero pericoloso alla curva in Via Cesare Battisti.



Il video servizio dell'incontro:

martedì 16 settembre 2014

- Reclami per fatture anomale SII

AGGIORNAMENTI a fondo pagina...

A  T  T  E  N  Z  I  O  N  E  !  !  !

Nelle manifestazioni di:

- San Donato Giovedì (2 OTTOBRE) ore 21;
- Ceccano venerdì (3 OTTOBRE) ore 17,30, cinema Antares;
- Cassino sabato (4 OTTOBRE) ore 17,30,
- S. G. in Carico Sala Consil. (8 OTTOBRE) ore 21.00,
- Sora Biblioteca (17 OTTOBRE)
verrà presentato il DOSSIER CO.CI.D.A. su 10 anni di Gestione ACEA. Rimarrete sconvolti, capirete come tutelarsi e soprattutto che ormai è INEVITABILE UNA RIVOTA POPOLARE.
Condividete e Diffondete !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
( Mario Antonellis ) del Coordinamento Acqua Pubblica Frosinone.



<<<< O >>>>


Di seguito, il modello per il reclamo delle fatture di Conguaglio, Cauzione, ricevuto dal Coordinamento Acqua Pubblica Frosinone (USB) che stanno arrivando dal gestore del SII, relative al mese di settembre 2014, .



Mittente:
______________________
______________________
______________________

______________  lì __/__/_____


RACC. A/R                    All’ACEA ATO 5 Frosinone S.p.A.
Viale Roma
 03100                FROSINONE

E p.c.:                                   Alla S.T.O. dell’A.A.T.O. N.5
c/o gli Uffici dell’Amministrazione Provinciale
Via Firenze
03100                FROSINONE

Al Garante per il Servizio Idrico Integrato
c/o la Regione Lazio
via del Tintoretto 432
00142                             ROMA

All'Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il servizio idrico
Piazza Cavour 5
20121                    MILANO


Oggetto: contenzioso utenza n. ___________  Fattura n° ___________   del ___________

Codesto gestore con la fattura di cui all'oggetto richiede il pagamento rateale di conguagli relativi ai consumi degli anni 2006-2011 senza che l’Ente d’Ambito abbia comunicato i medesimi all'Autorità per l’Energia elettrica, il Gas ed il Servizio Idrico così come espressamente previsto dall'art. 31 comma 31.1 dell’allegato A della deliberazione AEEGSI n. 643/2013 e come del resto appare evidente dalla circostanza per la quale il medesimo Ente d’Ambito ha richiesto a codesto gestore ragione e origine del conguaglio posto in fattura.
Inoltre, codesto gestore, indicando un solo importo totale onnicomprensivo per le somme asseritamente imputate, ha violato il dettato dell’art. 31 comma 31.2 dell’allegato A della deliberazione AEEGSI n. 643/2013 in quanto non ha espresso il conguaglio in unità di consumo ovvero suddividendo l’importo per i mc erogati in ogni singolo anno in modo che sia applicato in funzione del consumo dell’utenza nel determinato anno. Il fatto che il Commissario nominato dal TAR di Latina abbia determinato, prima della delibera citata dell’AEEGSI, gli importi da conguagliare non esime comunque codesto gestore dal rispetto di quanto espressamente previsto dalla norma al fine di favorire la massima trasparenza per gli utenti.
Ciò premesso, nell'invitarvi comunque all'annullamento della fattura in contestazione e a provvedere al ricalcolo del conguaglio addebitato, con la presente si diffida codesto gestore a considerare la prescrizione quinquennale comunque legata alla legittimità della richiesta di somme pregresse, mai fatturate e sino ad oggi mai richieste.
Resta ferma ogni riserva in ordine alla legittimità della richiesta retroattiva di somme in ordine  ad una rideterminazione a posteriori del costo del servizio.
In merito alla richiesta del deposito cauzionale, rilevato come codesto gestore possa richiedere il versamento del deposito cauzionale qualora abbia adottato e pubblicato secondo le modalità di cui alla deliberazione AEEGSI 586/2012/R/idr una Carta dei servizi conforme alla normativa in vigore (art. 3 comma 3.2 della deliberazione AEEGSI 28 febbraio 2013 n. 86/2013/R/idr), si contesta come la cosiddetta Carta dei servizi pubblicata da codesto gestore sul proprio sito internet non corrisponda neanche lontanamente alla definizione che di detto documento fa l’AEEGSI nell'allegato A, TITOLO I, art.1 della deliberazione n. 586/2012, in cui la Carta dei Servizi è definita come il documento in cui sono specificati i livelli di qualità attesi per i servizi erogati e le loro modalità di fruizione, incluse le regole di relazione tra utenti e gestore del SII. In considerazione di ciò codesto gestore non è nelle condizioni di poter richiedere il pagamento del citato deposito cauzionale.
Rilevato come le tariffe determinate sulla base dell’attuale sistema tariffario siano connesse al ricorso presentato dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua al Consiglio di Stato contro la deliberazione dell’Autorità n. 585/2012/R/idr del 28 dicembre 2012; rilevato, inoltre, come il calcolo delle tariffe predisposto dal Commissario nominato dal TAR Lazio presenti evidenti elementi di criticità e sia comunque oggetto di ricorso al Tar, con la presente si avanza formale contestazione in ordine all’applicazione di dette tariffe facendo ogni più ampia riserva di futura azione risarcitoria.
Con la presente, infine, si diffida codesto gestore dal porre in essere e dal continuare ogni azione vessatoria volta comunque a vedere soddisfatte in maniera extragiudiziale le proprie pretese. Del resto codesto gestore ha sempre avuto la possibilità di rivolgersi all'autorità giudiziaria per vedere eventualmente soddisfatti i suoi interessi se legittimi.
Lo scrivente fa presente che non mancherà di agire nelle opportune sedi a propria tutela e ristoro dei danni subiti e subendi a causa dei comportamenti di codesto gestore.

In fede

________________________________



Formato PDF scaricabile
Clicca l'immagine per scaricare e stampare il PDF




<<<< O >>>>

Associazione Territoriale dei Cittadini

Per correttezza nell'informazione e non preferire uno dall'altro, (a noi, come noto, non piace colorarci di nessuna tinta...), vi mettiamo a disposizione anche il ricorso predisposto dall'Associazione Territoriale dei Cittadini che, a mio avviso, nella sostanza non si differenzia molto dal precedente dell'USB ed ognuno potrà utilizzare quello che riterrà più opportuno.
Resta ben inteso che se il Coordinamento Acqua Pubblica Frosinone, riuscisse a compattare tutte le associazioni e comitati aderenti allo stesso, potrebbe essere diffuso, in futuro, un documento univoco a nome del Coordinamento. Speriamo di contribuire  a raggiungere tale obiettivo di compattezza ed unità che aiuterà la gente a non disorientarsi e combattere i soprusi del gestore. Uniti si può....







Ecco cosa risponde il Garante Regionale del Servizio Idrico Integrato, alle istanze degli utenti "martellati" da una delle società di recupero crediti, lunga mano del Gestore, per terrorizzare i cittadini che pretendeva il recupero del presunto credito vantato dal GESTORE:


<<<< O>>>>

Guardia di Finanza
COMANDO PROVINCIALE FROSINONE
Via Cavour nr.55 – Frosinone – Tel. 0775/250165 – Fax 251748
GUARDIA DI FINANZA
BOLLETTE   GONFIATE   ILLEGALMENTE:   AL   TERMINE   DELLA   PRIMA   FASE
INVESTIGATIVA   SULLA   GESTIONE   DEL   SERVIZIO   IDRICO   INTEGRATO DELLA PROVINCIA DI FROSINONE SEGNALATI AMMINISTRATORI PUBBLICI E VERTICI DI ACEA ATO 5 PER ABUSO D’UFFICIO E TRUFFA AGGRAVATA.

Per leggere il testo cliccare il link


  Sentenza nr. 4301 del 9 settembre 2008 emessa dal Consiglio di Stato – Sezione VI, relativa ad analoghi contenziosi e ribadisce i principi generali della legge sulla irretroattività degli atti amministrativi.(Sentenze del Consiglio di Stato: Sezione IV n. 1317 del 07/03/2001; Sezione VI n. 2045 del 01/12/1999; Sezione IV n. 502 del 30/03/1998)


<<<< O >>>>

Questo è un articolo sulla presentazione del dossier del CO.CI.D.A. a Ceccano che una testata giornalistica non ha voluto pubblicare



[[[[[ O]]]]]

Come avrei potuto non aggiungere questa notizia a dir poco scandalosa....
  


Acea, l'insolita convergenza d'interessi tra Marino, Renzi e Caltagirone
- Il Fatto Quotidiano -


[[[[[ O]]]]]

IL TRISTE PRIMATO DI SGURGOLA, SAN DONATO, e ALATRI
La consulta d’Ambito è' un organismo consultivo di supporto della Conferenza dei Sindaci e del Presidente della Provincia di Frosinone; esamina tutte le questioni inerenti il Servizio Idrico Integrato e propone al Presidente della Provincia o alla Conferenza dei Sindaci l'adozione di provvedimenti e delle decisioni di competenze; inoltre, esprime pareri non vincolanti su questioni del serivizio idrico dell'ATO. E' costituita dal Presidente della Provincia di Frosinone,nella fattispecie il Sindaco di Ferentino , dal Sindaco del Comune capoluogo(Frosinone) e da 6 Sindaci eletti dalla Conferenza: Alatri , Sora , Cassino, San Giorgio a Liri, San Donato Val di Comino, Sgurgola.
I membri della consulta d’ambito sono quindi i primi responsabili della tutela dei diritti dei cittadini utenti nei confronti del Gestore dei Servizi Idrici. 
Spiace dover verificare che degli otto Sindaci dei Comuni coinvolti ben sei hanno votato per gli aumenti stratosferici delle tariffe idriche e avvallato in toto il “pacchetto ACEA”. 
Ma c’è di più in base a quanto esce fuori dallo studio “chirurgico” del dossier CO.CI.DA. i territori di questi Comuni sono quelli che sono in testa agli “indicatori negativi” di “sostenibilità gestionale” redatti per ogni Comune dell’ATO5. 
In particolare facendo riferimento all’indicatore più penalizzante per i cittadini e per i comuni di appartenenza, ovvero quello che mette in rilievo gli investimenti che l’ACEA dice di aver effettuato in dieci anni di gestione, nel Comune preso in esame, rispetto ai ricavi ottenuti nello stesso periodo, dal pagamento delle bollette degli utenti, di quel territorio, si evincono dati sconcertanti.
Ecco la classifica dei 15 Comuni più penalizzati rispetto a questo INDICATORE, stilata prendendo a riferimento tutti i 32 Comuni i cui Sindaci o loro rappresentanti hanno AVVALLATO il “pacchetto ACEA” cioè le prerogative dell’ESATTORE DEL POPOLO CIOCIARO. La Hit parade vede ai primi tre posti appunto Sgurgola, San Donato Val di Comino e Alatri. 
Dei Comuni membri della Consulta si piazza all’ottavo posto Frosinone, al tredicesimo Sora e al quattordicesimo Ferentino. In pratica rispetto agli introiti ottenuti la ricaduta in termini di investimenti sul territorio fatti da ACEA è poco meno del 4% per Sgurgola e non supera il 12% a Monte San Giovanni Campano. OGNI COMMENTO è superfluo.
Se poi si analizza l’altro “indicatore di sostenibilità gestionale” quello che mette a paragone la % degli investimenti realizzati rispetto a quelli previsti e che l’ACEA avrebbe dovuto realizzare nei dieci anni considerati esce fuori una nuova incresciosa classifica che vede ai primi tre posti S. Apollinare, quindi ALATRI e San Donato Val di Comino dove sono stati effettuati soltanto il 6,32%, il 7,09% e il 7,67% degli investimenti previsti.
Ecco le ragioni profonde di quella che si annuncia come una vera e propria rivolta popolare, finalizzata alla cacciata di ACEA dai nostri territori chiamando a responsabilità chi ha consentito tutto questo.
(Mario Antonellis CO.CI.D.A.)



dal sito www.anagnia.com una storia molto interessante;

Ato5 Lazio meridionale, Frosinone: cronistoria di una tariffa

22 settembre 2014 (clicca sul titolo per leggere la storia)

venerdì 12 settembre 2014

- LUCE SULLA SANITA'

Questa, tra le pagine speciali del blog, sarà un vero e proprio serbatoio, ove verrà lasciato alla storia tutto ciò che sarà documentato e foto/video realizzato sulle proteste contro la MALA SANITÀ dalla fiaccolata del 11 settembre 2014 in poi. Il tutto sotto un'unico fronte, il
Coordinamento Provinciale Sanità Frosinone.





FIACCOLATA DEL 11/09/2014



Stampate fronte e retro del volantino, fotocopiate e distribuite.... La Sanità è nostra e nessuno può distruggerla....


PUNTI PROGRAMMATICI


Se parteciperai alla fiaccolata, dai la tua adesione su questo evento appositamente creato su facebook:


L'invito del sindaco Morini di Alatri agli altri sindaci...
09/09/2014






Il Coordinamento snobba le slides della Mastrobuono e punta sui Sindaci

13/09/2014


FROSINONE - La Mastrobuono nella Sala teatro a ribadire le strategie della Asl di cui si è parlato già in questi mesi, il Coordinamento provinciale per la Sanità fuori dall'aula in contestazione con la manager. Questo lo scenario stamattina in occasione della "Conferenza sanitaria locale" in cui la manager ha illustrato con delle slides le linee di sviluppo della Sanità provinciale. «Il coordinamento provinciale per la sanità di Frosinone ha deciso di non partecipare all’incontro per non avallare la strumentalizzazione della dirigenza ASL che ha cercato di contrabbandare il banale incontro di oggi per un evento istituzionale di grande rilievo, alla disperata ricerca di un inesistente consenso - si legge nel comunicato del Coordinamento provinciale che ha sfilato con le fiaccole a Frosinone - Senza l’accoglimento degli undici punti elaborati, voluti dal Coordinamento, con il contributo di migliaia di cittadini, condivisi dai sindaci, non può esserci consenso alcuno.  Il Coordinamento e tutti i cittadini - dicono lanciando un appello al sindaco del capoluogo Nicola Ottaviani - non accettano più perdite di tempo e invitano il Presidente del Comitato dei Sindaci, ad un incontro tra il Comitato stesso e il Coordinamento, nella prospettiva di una convocazione a breve termine della Conferenza dei Sindaci affinché siano recepiti i punti programmatici elaborati. Ancora una volta il maldestro tentativo di riproporre e propagandare il Piano Strategico Aziendale presso la Sala Teatro dell’ASL alla presenza di sindaci, associazioni di volontariato, forze politiche e sociali è fallito con una platea prevalente di funzionari e dipendenti ASL - aggiungono -Il tentativo di trovare consenso tra i pochi presenti si è rivelato scarso o addirittura deleterio. Il sindaco Morini nel suo intervento ha duramente sottolineato che le posizioni della Mastrobuono ricalcano il consueto atteggiamento più volte criticato da tanti sindaci e soprattutto dai cittadini che giovedì sera hanno in migliaia detto no alla liquidazione della sanità ciociara. Si rileva il completo e supino assoggettamento del Piano Strategico Aziendale alle linee guida regionali, aggravato dal forte senso alla liquidazione in atto da tempo e proseguito con il contributo della manager». All'interno della sala c'erano operatori sanitari, sindacati e alcune associazioni. Erano presenti anche il deputato Luca Frusone, che ha rimproverato la manager per i difetti di chiarezza e comunicazione circa le modalità e le finalità della conferenza di stamani, bocciando una strategia che porta i cittadini della provincia a intraprendere "viaggi della speranza" per curarsi. Molto critici anche i sindaci di Alatri Giuseppe Morini e quello di Anagni Fausto Bassetta. «Deve ridare dignità alle quattro strutture ospedaliere del territorio - ha detto Morini alla Mastrobuono dopo aver contestato il meccanismo delle deroghe descritto dalla Dg, accusandola di dire "cose non vere" - Mi aspettavo ad esempio di conoscere il destino del reparto di Ostetricia che è stato chiuso ad Alatri non si sa come, visto che si sapeva che alcuni medici andavano in pensione: non bisognava aspettare la loro fuoriuscita per cercare di rimpiazzarli». Per chi c'era la manager nelle slides ha mostrato la ricetta per la sanità provinciale che aveva già proposto in altri incontri pubblici, che si fonda su un assunto: non bisogna "attaccarsi" ai posti letto ospedalieri. «Il futuro dell'assistenza - ha detto la Mastrobuono - non è nell'ampliamento dei posti letto ospedalieri» insistendo su quelli distribuiti territorialmente per le cronicità. Prima di tornare al sistema delle Case della Salute (a Ceccano e Atina annunciate per il 2015, a Ferentino per il 2016) la manager ha proposto le slides con i numeri dei posti letto totali (per acuti, post-acuti, day hospital-day surgery) nei vari ospedali. In base alla tabella "Come siamo" e "Come saremo" nell'ospedale di Cassino si passerebbe da 228 posti letto a 294, in quello di Sora da 221 a 225. Frosinone e Alatri, che nella colonna "Come siamo" sono elencati separatamente e contano rispettivamente 299 e 115 posti letto, in quella "Come Saremo" vengono indicati accorpati come Frosinone-Alatri, con un totale di 424 posti letto. La manager è passata poi ai bilanci della Asl provinciale sottolineando come «la realtà è che non ci sono avanzi di gestione da investire» mostrando in una slide che dal 1998 il risultato d'esercizio è di meno 170 milioni di euro in base a quanto risulta dal bilancio di esercizio 2013. Sulle liste d'attesa, sottolineando che esiste «una quota di inappropriatezza alta da parte dei prescrittori» la manager ha spiegato che sulle Tac è stato raggiunto un accordo con Tor Vergata per i cittadini della Asl di Frosinone.





Ottaviani arriva alla fine della fiaccolata e fa una "battutaccia" a Notarcola           (Cliccate sulla foto per vedere il video)
13/09/2014


FROSINONE - «Questa sera, grazie all’amico Francesco Notarcola, abbiamo avuto l’esempio concreto di come la sanità non funzioni, quando prima l’amico Francesco Notarcola ha chiesto “ma dov’è il sindaco di Frosinone?”, che stava qua sotto il palco, significa che il suo oculista è veramente di pessima qualità». Questa l’affermazione del sindaco Nicola Ottaviani, quando è stato chiamato giovedì sera a fine fiaccolata a parlare sul palco da cittadini e associazioni del Coordinamento provinciale per la Sanità. Battuta non proprio elegante quella del primo cittadino, il cui video è stato diffuso sul web. Ad accrescere il disappunto attorno all’esternazione di Ottaviani è stata la sua assenza alla marcia della fiaccolata popolare, visto che a differenza di altri sindaci si è aggiunto al corteo solo al capolinea del Campo sportivo senza la fascia tricolore. «Gli occhi funzionano bene - ha detto  il presidente della Consulta delle associazioni di Frosinone Notarcola dal palco - forse al sindaco di Frosinone non  funziona qualche altra cosa, perchè il mio appello al mio sindaco è quello di farsi parte attiva integrante di questo grande movimento , di mettersi alla testa e  alla guida per dare un ruolo  al nostro capoluogo . Chiediamo una promozione di impegno, di iniziative  e di attività insieme a questo popolo e non  alla coda . Il sindaco del capoluogo lo vorremmo all’avanguardia di questa organizzazione che si sta creando».  Ascoltato ieri, Notarcola ha detto di non voler tornare sul siparietto di giovedì sera ribadendo semplicemente che nel movimento territoriale contro lo sfascio sanitario il primo cittadino del capoluogo «deve fare molto di più, in quanto il coordinamento provinciale gli chiede di esercitare un ruolo finalmente incisivo in questa battaglia». Una parentesi che senza dubbio si poteva evitare, visto che nella battaglia territoriale per la salute la classe dirigente locale ha già dimostrato negli anni inadeguatezza e scarsa autorevolezza. Tanto che il popolo delle fiaccole è riuscito a chiamare in piazza migliaia di cittadini autorganizzandosi senza partiti e sindacati . Con l’umiltà che spesso manca alla classe politica.
Da L'Inchiesta oggi in edicola

<<<< O >>>>



Video di Alberto Mantova


<<<< O >>>>

Video, foto della fiaccolata del 11/09/2014, oltre ad interventi di alcuni degli appartenenti al Coordinamento Provinciale della Sanità di Frosinone:




Il Quotidiano Ciociaria sabato 13 settembre 2014


19/09/2014
...le lotte continuano...
La protesta del personale del San Benedetto di Alatri sotto gli uffici della Mastrobuono

Il dott. Roberto Sarra, esponente del Coordinamento Provinciale Sanità ha dichiarato:
"La protesta di oggi, serve a dire alla dirigenza che devono collaborare con noi per risolvere i problemi... non far finta di risolverli inviando fax a scaricabarile e pazze soluzioni pseudo soluzioni che non servono a nulla...".


Il dott. Roberto Sarra

sabato 6 settembre 2014

- Frosinone su un'APP in realtà aumentata? No grazie per lo Schioppo....


Nessuno di voi avrà dimenticato e, difficilmente sarà dimenticato da tutti quelli che lo hanno vissuto, l'evento dell'11 maggio 2014...

PROGETTO: "NOI SALVIAMO IL FIUME COSA"

EVENTO: "Cosa succede in città"

Trovate tutto il materiale, documentazione video fotografica, oltre ai supporti di stampa e TV qui:


...e la CASCATA dello SCHIOPPO, dopo che era rimasta per decenni nascosta, tornò ad essere vissuta da migliaia di cittadini e non solo. Dico non solo perché affluì gente da ogni dove ma nel momento più bello di maggior godimento, o per l'educazione civica assente in qualche cittadino o anche perché volutamente forzato e voluto da chissà chi...!!!??? ne è stata nuovamente nascosta e proibita la sua frequentazione.

Vi ho voluto ricordare ciò perché ieri mi ha scritto l'amica Patrizia Rotondi (imprenditrice e creatrice di un App in realtà aumentata) e sentite cosa mi dice:

App in realtà aumentata

"Ciao Luciano, come va? scusa se non ti ho risposto prima... nella sostanza il Progetto dell'APP nasce dopo l'ultimazione dei lavori di riqualificazione del tratto della Francigena del Sud che va da Acuto a Ripi e riguarda i comuni di acuto, anagni, alatri, ferentino, frosinone, ripi, arnara. Quando sono stati ultimati, con l'arch. Empler, docente alla facoltà di Architettura, abbiamo pensato di realizzare un 'APP in Realtà Aumentata' per la valorizzazione di questo tratto e dei tesori storici, artistici, paesaggistici che racchiude. Abbiamo presentato questo progetto alla provincia di Frosinone. La provincia con questo progetto ha risposto ad un bando della Regione Lazio e su 250 progetti, siamo arrivati primi pari merito con il Touring Club. Hanno compartecipato economicamente al progetto: la Regione Lazio, la Provincia di Frosinone, i Comuni di Acuto, Alatri e Frosinone. L'APP è ormai ultimata e verrà presentata ufficialmente il 12.9.2014 alle ore 18.00 presso il salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone. 

PS. creerò anche evento su fb. 

Luciano, non appena la situazione dello schioppo si risolve, sarà mia cura immediatamente inserire nell'app anche questo sito, che merita d'essere conosciuto e valorizzato.
Complimenti ancora per quello che fate con la vostra associazione e se non hai impegni, mi farebbe molto piacere se venerdì 12 vorrai esserci alla presentazione. Un abbraccio, Patrizia".


Ora vi spiego perché vi ho mostrato questo messaggio.
Nel periodo della riscoperta dello Scioppo, fui interpellato da Patrizia Rotondi, <<iscritta nel gruppo fb di Frosinone Bella e Brutta (Blog)>>, per essere accompagnata a fotografare le bellezze della Cascata dello Schioppo, il Ponte Pio IX, la Stazione di pompaggio  e Fontana Bussi, con la promessa che le avrebbe inserite, con le relative descrizioni, tra i tesori storici, artistici e paesaggistici, nel percorso della via Francigena. Ci passammo una mattinata con una troupe di universitari della Sapienza ed il mio entusiasmo ed euforia, quel giorno, salirono alle stelle perché pensai che un prodotto simile, scaricato sui telefonini di tutto il mondo, avrebbe dato visibilità, sviluppo e valorizzazione al nostro amatissimo fiume ed al territorio. Invece, il 23 luglio, ricevetti da Patrizia questo deludente messaggio:
23 luglio 12.39.12

Ciao Luciano come va? Ti avviso che al momento purtroppo (e mi spiace tanto) non possiamo inserire nell'APP la cascata dello schioppo e il ponte, poichè chiusa al pubblico e quindi non accessibile. Ovviamente questo per tutelare i proprietari del terreno e per evitare che si rechino persone lì e trovino bloccato l'accesso. Spero si risolva presto la situazione... tenuto conto del grande lavoro e della passione che ci avete messo per riqualificare quell'area.

Faremo la presentazione ufficiale dell'app il 12 settembre presso il salone di rappresentanza della provincia di frosinone e... se nel mentre la situazione dello schioppo dovesse evolvere verso l'apertura al pubblico, saremo felici di inserirlo!!!


INVECE...??????
Siamo ancora alla frutta, l'APP sarà presentata a giorni e Frosinone, come sovente accade, avrà perso un altro treno per essere valorizzato il fiume Cosa e, gli sforzi messi in campo dalle associazioni...?  "VANIFICATI".

Sindaco, dal 11 giugno che aspettiamo tavolo tecnico ed il percorso pedonale che congiunga il tunnel di Via Roma ed il Ponte Pio IX, per arrivare alla Cascata dello Schioppo, tramite il percorso su terreno demaniale, senza il bisogno di lunghi accertamenti che non troveranno forse mai fine...!!!
Quando faremo parte dei normali...???

Oggi 06/09/2014, Patrizia Rotondi, in un messaggio, ci ha tenuto a precisare:
Caro Luciano, ti ho inviato il messaggio semplicemente per informarvi che al momento il sito dello schioppo non può essere inserito nell'APP. L'APP è stata realizzata con la Facoltà di Architettura -laboratorio di arti visuali e digitali e lo scopo è valorizzare la via Francigena e i suoi tesori. Il comune di Frosinone, assieme ad Alatri e acuto, ha voluto compartecipare a questo progetto (finanziato anche dalla Regione e Provincia) volendo quindi valorizzare i siti di interesse storico, artistico e paesaggistico della città'. Un amministrazione che investe in cultura e lungimirante!!! il comune all'app ci ha creduto e partecipato. Sono certa che presto verrà risolto anche il problema dello schioppo. Ti prego quindi di pubblicare questo messaggio. Grazie, patrizia

Grazie a te e noi tutti ci speriamo tantissimo. Voglio fare sia a te che ai ragazzi della Sapienza che ci avete lavorato i più sentiti complimenti perché da quanto mi facesti vedere è un prodotto veramente eccezionale. Spero tanto che presto possiate realizzare l'App anche per il sistema android. Un abbraccio
Luciano

...ed oggi, de ne è occupato il Quotidiano Ciocisria....