Frosinone BRUTTA (247) Frosinone BELLA (219) PM10 (65) ACEA ATO5 (50) ANNUNCI IMPORTANTI (37) Terme Romane (32) Ambiente ed inquinamento (28) “RR” - Risolti (24) Il fiume Cosa (21) Sanità (17) Villa Comunale (14) #BASTACEA (12) Frosinone Calcio (11) Frosinone Bella e Brutta (10) Progetto Acqua comune (10) Comunicazioni Ass. FR BeB (8) Proposte (8) Mobilità sostenibile (7) Pedalata Ecologica (7) Piedibus (6) Associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente (5) Cavoni 2 (5) FRANE (5) La Radeca (5) La Uespa (5) Raccontando (5) Rotatorie (5) Via Casone (5) Acqua (4) Discarica (4) Piste Ciclabili (4) Salviamo il paesaggio a Frosinone (4) Via Don Minzoni (4) Albero della Pace (3) Chiesa Madonna della Cercia (3) Tombe Allagate (3) WI-FI (3) Alberi (2) CANI (2) Carnevale (2) Cartoline di Frosinone (2) Cavoni (2) Cittadino Volsco (2) Coordinamento Interprovinciale (2) Differenziata (2) GASP (2) I Piloni (2) Multiservizi (2) Registro dei tumori (2) TARI (2) Uiente aculone (2) ARPA LAZIO (1) ASL (1) ASSEMBLEA ASPIRANTI SINDACO (1) AVIS (1) Africa (1) Albo Pretorio Comune Frosinone (1) Alex Zanotelli (1) Auguri (1) Ballarò (1) Bici (1) Biomasse (1) Bookcrossing (1) Buon Natale (1) CODACONS (1) COTRAL (1) Clochard (1) Consigli Comunali (1) Critical mass (1) DOSSIER (1) Decoro Urbano (1) Derby (1) Dissuasori (1) EMERGENZA NEVE (1) FAI - I Luoghi del Cuore: Certosa di Trisulti (1) Farmacia di turno (1) Formaggio (1) Frosinone che vorrei (1) Gioia Spaziani (1) Inceneritori (1) Incontro Associazione (1) Luciano Sperati (1) Marina Arduini (1) Matteo Battisti (1) Morganti (1) Museo (1) Nefandezze (1) Nordic Walking (1) Nuova Piazza M. della Neve (1) Nuovi Ambiti di Bacino (1) Orti (1) PETIZIONE online (1) Pesicidi (1) Petizione (1) Piante anti smog (1) Piante curative (1) Premio Cocco (1) RIFIUTI (1) Raeeporter (1) Recita a Cavoni (1) Riciclo (1) Risarcimento (1) Rischio sismico (1) SIN Valle del Sacco (1) SegnalACI (1) Stadio Benito Stirpe (1) TARES (1) TRUFFE (1) Tecchiena Bella (1) Tensostatico (1) Tesori abbandonati (1) VOTA il BLOG (1) Valerio nel cuore (1) Vittime della strada (1) ambiente (1) amici (1) senzatetto (1)

martedì 29 gennaio 2013

- Ordinanze 74 e 75 su viabilità allo Scalo





Ce n'è voluto di tempo... ma alla fine il buon senso ha trionfato...
Questa è una pagina di Frosinone "BELLA" perché oggi, sono state emesse due ordinanze per arrivare alla tanto sospirata viabilità sostenibile allo Scalo.
Insieme ad altre associazioni, Comitati, Laboratorio Scalo ed alcuni consiglieri comunali condividemmo con la vecchia amministrazione soluzioni da mettere in campo che solo oggi hanno trovato riscontro. Ringrazio l'amministrazione a nome degli abitanti della zona e di tutti i proponenti.
Pubblichiamo, di seguito, i testi delle due ordinanze, 74 e 75, emesse il 28/01/2013.



Ordinanza Numero 74
Data 28/01/2013
Oggetto: Ordinanza disciplina della viabilità in Via Pietro Mascagni e Piazza Sandro Pertini.
Istituzione nuova area divieto di sosta in Via Licinio Refice. 


COMUNE DI FROSINONE
SETTORE POLIZIA LOCALE
Ufficio Viabilità e Traffico
IL DIRIGENTE
Premesso che su atto di indirizzo dell’Assessore alla P.M. di Frosinone del 14.01.2013, veniva richiesto di valutare l’istituzione di un divieto di accesso ai veicoli di massa complessiva superiore a 35 q.li e ai bus in Via
Mascagni, dall’altezza di Piazza Sandro Pertini.
Considerato  che  quanto  sopra non consentirebbe ai veicoli suddetti di accedere su Via Don Minzoni, già notoriamente interessata da intenso traffico in tutte le ore della giornata;
Rilevato che i veicoli suddetti, provenienti da via dei Monti Lepini o via Valle Fioretta, possono immettersi in
Piazza Sandro Pertini e raggiungere Piazzale Kambo transitando su via Licinio Refice e successivamente in Via Don Minzoni, dall’intersezione con Via Claudio Monteverdi;
Ritenuto opportuno, al fine di non creare intralcio ai predetti veicoli, istituire un’area di divieto di sosta su Via
Licinio Refice, sul lato sinistro, dall’incrocio con la bretella di collegamento a Piazza Sandro Pertini e fino al civico n° 30; 
Ritenuto di dover provvedere in merito a tutela della pubblica e privata incolumità;
Visti:  
−  gli artt. 5, 6, 7, 141 del Lgs n. 285 del 30.04.1992 e successive modificazioni ed integrazioni;
−  il D.Lgs n. 165 del 30.03.2001; 
−  il D.P.R. 16.12.1992 n. 495 e successive modificazioni ed integrazioni;
−  la legge 241/90 e successive modificazioni ed integrazioni;
−  l’art. 107 il D. L.vo 18.08.2000 n. 267;
O R D I N A
1)  L’istituzione, in via sperimentale, di un divieto di accesso per i veicoli di massa complessiva superiore  a  35  q.li  e  ai  bus  (compreso  servizio  pubblico)  in  Via  Mascagni,  dall’intersezione con Piazza Sandro Pertini. I suddetti veicoli, provenienti da Via dei Monti Lepini o Via Valle Fioretta, avranno obbligo di svolta a destra, in Piazza Sandro Pertini.
2)  L’istituzione del divieto di sosta 0-24, con rimozione, in Via Licinio Refice, sul lato sinistro, dall’incrocio con la bretella di collegamento a Piazza Sandro Pertini e fino al civico n° 30;
3)  La revoca parziale dell’ordinanza n° 215 del 15/ 05/2007, nella parte in cui isituisce il divieto di transito agli  autocarri  con  peso  complessivo  superiore  a  7,5  tonnellate  nel  tratto  di  strada compreso tra Piazza Sandro Pertini e Via Licinio Refice.
Il tutto  come prescritto da apposita segnaletica stradale (art. 38 C.d.S.).
DISPONE
a.  L’invio della presente ordinanza al settore Welfare per l’apposizione della prescritta segnaletica stradale ad implementazione del presente dispositivo;
b.  La presente ordinanza entrerà in vigore al momento della posa della Segnaletica Stradale;
c.  Ai  sensi  della  legge  7  agosto  1990  n.  241  responsabile  del  procedimento  è  il  Ten.  Giancarlo  Tofani, Settore Polizia Locale;
d.  Avverso  la  presente  Ordinanza  è  possibile  esperire,  alternativamente,  ricorso  al  TAR  entro  60  gg.  o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni;
e.  E’  altresì  esperibile  ricorso  entro  60  giorni  al  Ministero  dei  Trasporti  avverso  la  segnaletica stradale inerente questo provvedimento, ai sensi dell’art. 37 comma 3° del D.Lgs 285/92;
f.  Il Comando di Polizia Locale e le altre Forze di Polizia che svolgono servizi di Polizia Stradale ( ex art. 12
C.d.S.) sono incaricati dell’esecuzione della presente Ordinanza;
g.  La presente ordinanza deve essere pubblicata all’albo pretorio come per Legge.

               Il Dirigente Settore Polizia Locale
                        Col. Carlo del Piano

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Ordinanza Numero 75
Data 28/01/2013
Oggetto:  Istituzione  doppia  corsia  per  canalizzazione  flussi  di  traffico  in  Via  Don  Minzoni,  nel  tratto compreso tra l’intersezione con Via Ottorino Respighi e Via Sacra Famiglia. 
COMUNE DI FROSINONE
SETTORE POLIZIA LOCALE
Ufficio Viabilità e Traffico
IL DIRIGENTE

Premesso che su atto di indirizzo dell’Assessore alla P.M. di Frosinone del 14.01.2013, veniva richiesto di
valutare l’istituzione di una canalizzazione del traffico in Via Don Minzoni, nel tratto compreso tra l’intersezione con Via Ottorino Respighi e Via Sacra Famiglia. 
Considerato che quanto sopra consentirebbe ai veicoli in uscita da Via Ottorino Respighi una più agevole immissione su Via Don Minzoni, con ripercussioni positive sull’intensità di traffico nelle ore di punta;
Rilevato  altresì  che  l’istituzione  di  due  corsie  di  canalizzazione,  divise  da  spartitraffico  centrale, scoraggerebbe le soste brevi che ad oggi sono difficili da  contrastare se non con una presenza fissa degli operatori di Polizia Locale;
Ritenuto di dover provvedere in merito a tutela della pubblica e privata incolumità;
Visti:  
−  gli artt. 5, 6, 7, 141 del Lgs n. 285 del 30.04.1992 e successive modificazioni ed integrazioni;
−  il D.Lgs n. 165 del 30.03.2001; 
−  il D.P.R. 16.12.1992 n. 495 e successive modificazioni ed integrazioni;
−  la legge 241/90 e successive modificazioni ed integrazioni;
−  l’art. 107 il D. L.vo 18.08.2000 n. 267;
O R D I N A
 L’istituzione, in via sperimentale, di due corsie di canalizzazione separate da spartitraffico in via Don Minzoni,  nel  tratto  compreso  tra  l’intersezione  con  Via  Ottorino  Respighi  e  Via  Sacra  Famiglia.  I veicoli  provenienti  da  Via  Ottorino  Respighi,  una  volta  immessi  su  Via  Don  Minzoni,  potranno proseguire diritto o svoltare a sinistra mentre i veicoli che transitano sulla corsia di destra dovranno obbligatoriamente proseguire diritto.
Il tutto  come prescritto da apposita segnaletica stradale (art. 38 C.d.S.).
 DISPONE
a.  L’invio della presente ordinanza al settore Welfare per l’apposizione della prescritta segnaletica stradale
ad implementazione del presente dispositivo;
b.  La presente ordinanza entrerà in vigore al momento della posa della Segnaletica Stradale;
c.  Ai  sensi  della  legge  7  agosto  1990  n.  241  responsabile  del  procedimento  è  il  Ten.  Giancarlo  Tofani, Settore Polizia Locale;
d.  Avverso  la  presente  Ordinanza  è  possibile  esperire,  alternativamente,  ricorso  al  TAR  entro  60  gg.  o ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni;
e.  E’  altresì  esperibile  ricorso  entro  60  giorni  al  Ministero  dei  Trasporti  avverso  la  segnaletica stradale inerente questo provvedimento, ai sensi dell’art. 37 comma 3° del D.Lgs 285/92;
f.  Il Comando di Polizia Locale e le altre Forze di Polizia che svolgono servizi di Polizia Stradale ( ex art. 12
C.d.S.) sono incaricati dell’esecuzione della presente Ordinanza;
g.  La presente ordinanza deve essere pubblicata all’albo pretorio come per Legge.

                 Il Dirigente Settore Polizia Locale
                        Col. Carlo del Piano
da: L'Inchiesta del 31/01/2013
Prima di arrivare alle ordinanze, avevamo già più volte sollevato i tanti problemi di viasbilità e COTRAL allo Scalo:

l'l1/11/2009- Inquinamento: maglia nera al capoluogo
http://frosinonebellaebrutta.blogspot.it/2009/11/inquinamento-maglia-nera-al-capoluogo.html
...il 3/11/2010- Qualche proposta per ridurre PM10 a Scalo
http://frosinonebellaebrutta.blogspot.it/2010/11/qualche-proposta-per-ridurre-pm10-scalo.html

...il 6/1/2011- Parcheggio COTRAL allo Scalo e PM10...alle stelle
http://frosinonebellaebrutta.blogspot.it/2011/01/parcheggio-cotral-allo-scalo-e-pm10.html

...il 9/1/2011- Provvedimento per il risanamento della qualità dell'aria.
http://frosinonebellaebrutta.blogspot.it/2011/01/provvedimento-per-il-risanamento-della.html

...il 06/12/2010- Proposta anti inquinamento per lo Scalo
http://frosinonebellaebrutta.blogspot.it/2010/12/proposta-anti-inquinamento-per-lo-scalo.html

...il 3/3/2012- LIMITAZIONI del TRAFFICO URBANO
http://frosinonebellaebrutta.blogspot.it/2012/03/limitazioni-del-traffico-urbano.html

...il 12/04/2012- Via Sacra Famiglia: zona disco?
http://frosinonebellaebrutta.blogspot.it/2012/04/via-sacra-famiglia-zona-disco.html

La sperimentazione dello sparti traffico in Via Don Giovanni Minzoni, aveva dato ottimi risultati... ma dal giorno 18 è stato rimosso per dare corso ad un'altra sperimentazione voluta da alcuni commercianti della zona. Inversione del senso unico in Via Respighi e restituzione dei parcheggi, (senza più divieto) davanti i negozi di Via Don Minzoni (Bar Paris, ecc...).
19/03/2013
L'intervista di www.frosinoneweb.net



Viabilità Scalo: Inviata una petizione al Sindaco

  • Scritto da Alessandra Celani



Proteste e disagi dopo la decisione del Comune di modificare "in via provvisoria e sperimentale" la viabilità nella zona del quartiere Scalo a Frosinone.
Traffico ingolfato, problemi per le attività commerciali e circolazione stradale sempre più pericolosa, così oltre cinquanta cittadini, residenti in quell'area, hanno inviato una petizione al sindaco del capoluogo, Nicola Ottaviani, ed al comandante della polizia locale, Carlo Del Piano. 
Nella nota, recapitata in municipio nei giorni scorsi, i firmatari segnalano:
«I sottoscritti residenti e commercianti di Via Ottorino Respighi e Via Don Minzoni fanno presente alla S.V. i gravi disagi conseguenti al'inversione del senso di percorrenza di Via Ottorino Respighi in atto dal 18/03/2013 coma da ordinanza in oggetto:
1) L'attuale senso di percorrenza di Via Ottorino Respighi, che coincide con quello della parallela e contigua Via Sacra Famiglia, impedisce il deflusso del traffico proveniente da Via G. Verdi e da tunnel di Via da Palestrina in direzione della Stazione ferroviaria e di Via C. Monteverdi, costringendo l'automobilista a percorrere via Puccini e successivamente Via Don Minzoni con sovraccarico del traffico già particolarmente congestionato, specialmente nelle ore di ingresso e di uscita dalla scuola "Pietrobono" sita in Via Puccini.
2) La conseguente marcata diminuzione del traffico in Via Ottorino Respighi sta comportando un rilevante danno alle imprese commerciali site in questa strada, le quali vedono notevolmente compromessa l'attività economica già in crisi a causa dell'attuale recessione del nostro Paese.
3) Essendo il parcheggio delle autovetture necessariamente situato sulla sinistra rispetto all'attuale senso di percorrenza, giacché sulla destra insistono numerosi garage privati, l'automobilista incontra difficoltà nella discesa dalla vettura per la presenza di un confine stradale rappresentato da recinzioni o murature. Ha quindi necessità di allargarsi sulla destra nel parcheggio, invadendo maggiormente la carreggiata.
Si chiede pertanto agli Organismi competenti il ripristino del precedente senso di percorrenza a vantaggio della comunità locale, a tutela della quale non possono essere privilegiati interessi personali o di categorie che ne rappresentano una minoranza».
La nota è sottoscritta da ben 55 cittadini che invitano il sindaco Ottaviani a ripensare la situazione «nella volontà di tutelare gli interessi della comunità».

<<<<<<<<<@>>>>>>>>>

Il giorno 20/05/2013, alla cerimonia d'avvio della sperimentazione del Piedibus, sonno stato rassicurato dal Comandante dei vigili e dall'assessore Blasi che avrebbero dato corso alla posa dei nuovi spartitraffico in Via Don G. Minzoni, in quanto soddisfatti dell'esito della recente sperimentazione. La conferma è arrivata dall'articolo de Il Messaggero del 21/05/2013. Entro il 15 giugno, si partirà. Ci riteniamo soddisfatti di questa nostra ennesima proposta andata a buon fine.

21/05/2013 - Il Messaggero di Frosinone

Clicca sull'immagine per ingrandire


Finalmente i cordoli definitivi in sede...15/10/2013

lunedì 28 gennaio 2013

- Le domeniche ecologiche...???

In linea d'area, la distanza tra Via G. Verdi, dove è ubicata la centralina e Via Valle Fioretta, dove si formano file interminabili di auto, non supera i 100 metri...
Qualche mente luminosa, ci può spiegare come si possono abbattere i livelli di PM10...???!!!
Serve un tavolo tecnico di lavoro e non eseguire ordini in maniera sottomessa. Servono proposte concrete, se si tiene a salvaguardare la salute dei cittadini....


Un mio contatto su facebook, ha posto una domanda sotto un post di questo blog relativamente a:
- Provvedimenti per il risanamento della qualità dell'aria, che vi riassumo:

"SECONDO VOI, DURANTE LA SETTIMANA, A ROMA, CIRCOLANO MENO MACCHINE CHE A FROSINONE...?  VISTO CHE E' UNA METROPOLI, PER QUALE MOTIVO I LIVELLI DI INQUINAMENTO SONO PIU' BASSI...? QUALCUNO SA DARMI QUALCHE SPIEGAZIONE...?"
Ci ho voluto provare io a dargli una spiegazione, secondo le mie modeste conoscenze e nella speranza di essere esaustivo ma soprattuto propositivo verso le istituzioni responsabili...!!!
Carissimo, lo stato dell'aria, si basa su relazioni di causa–effetto che lega tra loro due fattori:
- le emissioni di inquinanti dalle varie sorgenti presenti nel territorio (naturali o antropiche, cioè derivanti dalle attività e dalla presenza dell’uomo),
- lo stato fisico dell’atmosfera (campi di vento, di temperatura, di umidità, di turbolenza, ecc.).
Quest’ultimo stato, quì da noi, purtroppo, è fortemente condizionato dalla morfologia del territorio. Infatti, ci troviamo in una conca, la Valle del Sacco che è circondata da catene montuose in tutta la sua circonferenza. Tale contesto è paragonabile ad una pentola d'acqua sulla quale, nel periodo che va da novembre  a marzo, si crea una sorta di coperchio che non permette al vapore di fuoriuscire. In pratica, in tale periodo non si verificano certe condizioni (campi di vento, di temperatura, di umidità, di turbolenza, ecc.), necessarie a far si che le sostanze inquinanti esistenti al suolo possano essere spazzate via e smaltite. Quindi, restano a terra e vengono continuamente sollevate dal movimento delle automobili, (provocando danni alle persone ed alla flora e fauna) ma non vengono portate via dai venti. Unica ancora di salvataggio, è la pioggia che riesce a portarle via con il lavaggio delle strade. Questo meccanismo, lo si dovrebbe adottare giornalmente, in maniera sistematica, con i mezzi della nettezza urbana e su tutte le strade. Lo si fa? ...ma non basta...!!!
Quando si stabilisce come oggi il blocco totale del traffico, a mio modesto parere, si da solo del fumo negli occhi, in quanto, le auto che non circolano al centro, si lasciano circolare in tutte le strade adiacenti, con file interminabili, (oggi, c’era una fila interminabile e costante che procedeva a passo d'uomo in Via per Ceccano, dalla Variante Casilina, fino alla Monti Lepini, attraversando Via Valle Fioretta). Quindi, si è spostato il problema da una zona all’altra ma non si è eliminato…!!! E' l'esempio di tante strade penalizzate (cittadini di serie B...).
Poi, si lasciano circolare liberamente i mezzi COTRAL che sono talmente vetusti, obsoleti, da inquinare più di dieci macchine messe insieme... Bisognerebbe non farli transitare nei centri urbani (come previsto dalla legge...), ma farli arrivare nei parcheggi già autorizzati per le auto e da li utilizzare le navette ecologiche verso le varie zone del centro... 
Si "DEVE" eliminare il parcheggio COTRAL, nelle immediate vicinanze della centralina allo Scalo, in quanto i mezzi vengono lasciati continuamente con i motori in moto, innalzando e falsando, i dati rilevati... Senza contare gli incivili che circolano liberamente, in quanto i vigili non possono presidiare tutte le strade, a causa dell'organico dimezzato. Bisognerebbe chiedere al Prefetto che facesse collaborare anche Polizia e Carabinieri nei giorni di blocco... Bisognerebbe eliminare gli impianti di riscaldamento a gasolio, (il Comune è il primo ad averli ancora attivi e non da il buon esempio, trasformandoli a metano...). Se capiti negli uffici del comune di Piazza VI dicembre, muori di caldo perché presumo li tengano a temperature superiori a quelle consentite dalla legge... 
La nuova Variante Casilina Sud, (interrotta prima della Via per Ceccano) che avrebbe dovuto collegare il casello dell'autostrada con la Casilina Sud, verso Napoli, non si sa per quali motivi (...!!!), non è stata mai completata, quando invece,  porterebbe enormi benefici, eliminando gran parte del traffico allo Scalo e conseguente riduzione dell'inquinamento.
I singoli cittadini, i vari decisori (comuni, province, regione, ecc.), i controllori (forze dell’ordine, magistratura, ecc.) ed i ricercatori (università, centri di ricerca, ecc.), tutti, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze e possibilità, dovremmo contribuire al comune obiettivo di mantenere sempre più vivibile l’atmosfera che ci circonda... La Provincia, essenzialmente, dovrebbe adottare le azioni e le strategie necessarie, coinvolgendo contemporaneamente, tutti i comuni della Valle del Sacco che fanno registrare livelli d’inquinamento, superiori a quelli consentiti dalla legge.
Insomma, mi fermo qui e non vado oltre, anche con un certo avvilimento perché certi atteggiamenti che pensavo appartenessero solo alla vecchia amministrazione, mi sta dando l'impressione che siano ormai conclamati e… nessuno vuole impegnarsi seriamente per tutelare concretamente la nostra salute...???!!!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Altra considerazione, alla quale a mio avviso deve essere rivolta particolare attenzione, è l'atteggiamento egoistico di alcuni commercianti delle zone chiuse al traffico nei giorni previsti dall'ordinanza del sindaco. Continuano a non dare la giusta chiave di lettura  a certi eventi, conservando con ostinazione l'idea che i clienti, ad ogni costo debbano arrivare con le loro macchine fin quasi dentro i loro locali ed è preferibile tenerli chiusi. Ieri, con tanta gente a spasso e a godere la splendita giornata di sole, la stragrante maggioranza delle attività ha preferito tenere le serrande abbassate... Pur non condividendo le finalità di tali provvedimenti da parte delle istituzioni, domando a certi commercianti: - Conta di più il vil denaro che la salute??? Apriamo la mente e cerchiamo di imitare le città più evolute di noi dove le isole pedonali vengono considerate una risorsa...!!!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

01/02/2013 (clicca per leggere l'articolo di Ciociaria Oggi)

Ci risiamo... stesso copione... "Se nen cagni, Frusenone nen cagnia"...!!!
Gli abitanti di Via Valle Fioretta e Monti Lepini, sono fortemente penalizzati dall'immenso traffico che si riversa su tali arterie... non è questa la strada per andare in paradiso... solo perché la sancisce la Regione... Ribellatevi, protestate, fate qualcosa, non continuate a subire passivamente e distruggete la salute dei cittadini, altrimenti, il blocco lo facciamo noi...!!! MA...!!!!!!.....TOTALEEEEEEEEE.......!!!!!!

Cominceremo a riunire gli abitanti della zona Valle Fioretta e Monti Lepini se gli amministratori non cambieranno tendenza... Basta con queste misure inutili che danneggiano solo una parte di cittadini e l'economia di una parte di commercianti... Cosa sono queste discriminazioni...!!! Facciamo un serio tavolo di lavoro con esperti, per favore... e coinvolgiamo gli altri comuni... I blocchi puntate a farli totali... SINDACOOOO...!!!

 Nicola Ottaviani, Fulvio De Santis, Fabio Tagliaferri... Vi esortiamo ad affrontare il delicato argomento... Noi ci mettiamo a disposizione per collaborare... Ascoltate anche i cittadini e le associazioni...!!!

Ora basta, ci dobbiamo mobilitare noi, visto che la politica locale si limita a scaricare le responsabilità delle scelte sulla Regione e non si attiva concretamente per salvaguardare la salute dei propri cittadini con misure intelligenti e drastiche. I soliti palliativi messi in campo solo per parare le loro chiappe e finisce li... Io parto dal principio che se si devono fare sacrifici a difesa della salute, si devono mettere in atto anche misure drastiche, estreme. E' domenica e c'è il blocco del traffico per non produrre smog? Bene, si inibisce il traffico in tutta la Valle del Sacco, (organizzato dalla Provincia con tutti i sindaci...), per i noti motivi che ho descritto in questa pagina, lasciando l'opportunità di circolare sia alle auto ecologiche (ne incentivi anche la trasformazione) che a quelle autorizzate eccezionalmente (per motivi di lavoro, casi gravi, servizi speciali, ecc.). Occorre che ad iniziare dal comune, (uffici di P.zza VI dicembre, ecc...), si incentivi la trasformazione dei grandi impianti termici da Gasolio (principalmente rifornito da chi sappiamo...), a metano. L'amministrazione, tiri fuori le palle e cerchi di superare l'ostacolo che tiene bloccato il completamento della Variante Casilina Sud (e sappiamo chi è la causa... lo stesso di cui sopra...), la vera svolta antitraffico allo Scalo o trovi una soluzione alternativa, ormai indispensabile... L'asse autostradale in zona C.so Lazio, è priva in quel tratto, di efficaci opere di mitigazione ambientale, so che deve essere realizzato da molto tempo, (lo ha sempre sostenuto Francesco Raffa) chi si deve attivare per farlo realizzare?
I COTRAL maggiori inquinatori devono essere raccordati dalla periferia allo Scalo con navette ecologiche.
Lo facessero ed in fretta, prima del 25 febbraio...!!!??? SI APRA SUBITO UN TAVOLO DI LAVORO o cittadini e associazioni, prenderemo decisioni drastiche...!!!

Oggi abbiamo creato il gruppo aperto "ARIA PULITA a FROSINONE" su facebook  
http://www.facebook.com/groups/534398536581358/
iscrivetevi e date il vostro contributo per risolvere il grave problema dell'inquinamento...

sabato 26 gennaio 2013

- Rimborso IMU: Verità o bufala? Vedi quì...


State attenti da chi cerca di buttare fumo negli occhi promettendo qualcosa che, allo stato attuale delle cose, non ci sarà. Ho ritenuto opportuno dare un contributo a chi non si è documentato.

La verità è spiegata molto bene da greenMe quì: 
http://www.greenme.it/approfondire/speciali/9525-rimborso-imu

Scarica il modello del ricorso quì:
http://www.listalavoroliberta.it/sito/wp-content/uploads/2013/01/Istanza_rimborso_imu.pdf

La circolare di aggiornamento professionale pubblicata da Grimaldi Crediti e Consulenze. Vedi tutti i dettagli procedurali quì:
http://www.grima.it/wp-content/uploads/Fiscal_News_n._8_del_08.01.2013_IMU_incostituzionale._La_richiesta_di_rimborso001.pdf 
.

lunedì 21 gennaio 2013

- Nuovo distributore dell'acqua anche a Cavoni


Dopo aver sollecitato, l'assessorato all'ambiente, per l'installazione del nuovo distributore dell'acqua, da noi proposto e previsto in zona Cavoni, questa mattina sono stato raggiunto telefonicamente dalla segretaria dell'assessore De Santis,  la quale ci ha rassicurato, a nome e per conto del dirigente Nanè che il gestore dell'acqua e quello dell'energia elettrica, sono pronti per l'attivazione degli impianti. Pertanto, entro la fine di questo mese o gli inizi del prossimo, se supportati dalla clemenza dei fenomeni atmosferici, attualmente molto irrequieti, l'impianto sarà installato ed attivato, a servizio della cittadinanza.
Questo secondo nuovo impianto, insieme a quello della Villa Comunale, consentiranno un aumento di prelievi e permetteranno alle migliaia di famiglie del quartiere, di limitare i viaggi in macchina a beneficio della qualità dell'aria già abbastanza compromessa. Ora, aspettiamo fiduciosi che vengano asservite anche le zone di Scalo e Centro storico.

Sono iniziati i lavori per la base della nuova casetta

10/06/2013 - F I N A L M E N T E . . . ! ! !
dopo 4 mesi di attesa, questo pomeriggio è stato attivato l'impianto a Cavoni...
Prossimo traguardo una a Scalo ed una in Centro Storico...

Inaugurata oggi 22/06/2013, la casetta dell'acqua ai Cavoni
Alcune foto dell'evento:



domenica 20 gennaio 2013

- "Messa in sicurezza di Via A. Fabi"...!!! e la M. Lepini?

Questa mattina su www.teleuniverso.it si legge:

<<FROSINONE – 19 GEN – 545mila euro sono i soldi destinati al rifacimento e la messa insicurezza di via Armando Fabi a Frosinone. Lo ha comunicato in una nota il comune.
L’importo totale sarà coperto per 245mila euro dalla Regione Lazio e i restanti 300mila euro saranno a carico del comune del capoluogo ciociaro tramite un mutuo contratto con la cassa depo-siti e prestiti....>>
...e la MONTI LEPINI...???
Ben venga la messa in sicurezza di una si importante arteria ma se non si fa smaltire il traffico sulla Monti Lepini mettendola nelle condizioni ideali e se non si mette in sicurezza il cantiere Monti Lepini... L'illuminazione scarseggia ed anche questa notte un ragazzo si è schiantato all'uscita del sottopasso "NON ILLUMINATO"... facendo temere il peggio!!!
Foto realizzata da Gerardo Forti
I primi soccorsi gli sono stati portati da Gerardo Forti (che ringrazio per la foto), è un appartenente al direttivo della nostra Associazione "Frosinone Bella e Brutta" che sono accorsi, insieme ad una ragazza di passaggio, poi, immediatamente, sono giunti l'ARES e la Polizia stradale.

Poiché, come noto, alla nostra associazione stà molto a cuore la sicurezza dei cittadini, (fa parte degli scopi contenuti nello statuto), chiediamo al Sindaco Nicola Ottaviani, all'assessore Fabio Tagliaferri ed al comandante dei Vigili Carlo Del Piano, di attivarsi affinché tale arteria venga messa immediatamente in sicurezza e ripristinato l'impianto d'illuminazione al sottopasso. Consigliamo inoltre di provvedere, provvisoriamente, all'eliminazione di tutti i semafori con rotatorie provvisorie, come già fatto, con successo e poca spesa, in Via Pietro Mascagni, in attesa che il cantiere riprenda i lavori interrotti, chissà.... per quali motivi...!!!??? ...e chissà ancora per quanto tempo...!!!??? Si constata tutti i giorni, come i mezzi di soccorso trovino maggiori difficoltà a percorrere la Monti Lepini che Via Armando Fabi, per l'esagerato restringimento delle carreggiate, infatti, per accedere al Pronto Soccorso, utilizzano maggiormente Via Fedele Calvosa...!!!
Una volta che si sarà provveduto a far fluidificato il traffico di tale importante arteria, (che tanto inquinamento provoca, a causa dei rallentamenti), sicuramente si potrà pensare alla programmata e giusta messa in sicurezza della Via Armando Fabi, non credete...???

- GAS (Gruppo d'Acquisto Solidale)


GAS sta per Gruppo d'Acquisto Solidale


Gli scopi del nostro gruppo, GASP (Gruppo d'acquisto solidale e partecipativo), di Frosinone, li potete approfondire da qui: http://www.gasfr.org

In breve sintesi, il Gruppo è organizzato tra gli appartenenti , in Responsabili, (ecco perché "partecipativo"), che si occupano di individuare produttori, il più possibile locali, che forniscano garanzie dal punto di vista della qualità dei prodotti, del metodo di produzione ecocompatibile, del rispetto dei diritti dei lavoratori.
Prediligiamo prodotti certificati biologici, ma acquistiamo anche prodotti non certificati qualora il produttore ci fornisca comunque garanzie in termini di sicurezza, genuinità (no conservanti e prodotti chimici), rispetto dell’ambiente, delle normative fiscali e del lavoro.
Acquistiamo direttamente dai produttori, senza intermediari, accorciando la filiera.

Fino a mercoledì 16/01/2013, abbiamo utilizzato come sede per il ritiro dei prodotti, la Cantina Mediterranea che ha chiuso l'attività ma da mercoledì prossimo, grazie alla gentile concessione dell'assessore ai Servizi Sociali, Carlo Gagliardi, utilizzeremo la casetta di legno degli anziani ai Cavoni, sia per gli scarichi che per le riunioni.
Approfitto dell'occasione per ringraziare pubblicamente l'assessore per il suo fattivo interessamento.

Chiunque volesse iscriversi al gruppo, per perseguire un'alimentazione genuina e garantita, può farlo fornendomi la propria mail, necessaria per l'iscrizione.
Luciano Bracaglia.

Clicca sul seguente link per v edere il Servizio di Frosinoneweb
del 19/01/2013. Bel contributo:


I GAS in crescita: La MANIFESTAZIONE organizzata a Cassino, "ECOCENTRICA"





Qui trovate un forum sui GAS molto interessante per scambi di esperienze:
Alimentazione biologica - consumo responsabile


<<<<<<<<<<O>>>>>>>>>

Qui, un'interessante Video testimonianza sul significato dei GAS:





Il 10/06/2013, siamo andati a pranzo all'Agriturismo 
Le Crisce di ARCE 
 
 ecco dove potete scaricare le foto:

http://www.facebook.com/media/set/?set=oa.670828979599443&type=1


venerdì 18 gennaio 2013

- Ospedale Spaziani: Restituite l'acqua ai pazienti...

...e chiudete gli ascensori ai privati...!!!

Mi è giunta notizia che la ASL di Frosinone ha di recente  interrotto l'abituale fornitura di acqua prevista per i pazienti, in conseguenza delle misure restrittive della spendig review.
Ci sono anche altre defezioni previste in una delibera che non si riescono a rintracciare... (spero mi venga fornita su richiesta), quando invece ci sono tanti altri sperperi che saranno resi noti nei prossimi giorni insieme alla Consulta delle Associazioni e con manifestazioni di protesta mirate...
Cito un esempio di sperperi...
Questa mattina, 17/01/2013, sono passato all'ospedale Spaziani e mi sono soffermato ad osservare, dall'androne d'ingresso, i continui, incessanti e frenetici saliscendi dei tre ascensori a servizio dei visitatori e mi sono chiesto: - quanto potrà costare mantenerli attivi, tra energia, manutenzione e servizi vari...???
Vorrei chiedere alla dirigenza della ASL, se non fosse più corretto e socialmente utile, mandare a piedi i visitatori che ne guadagnerebbero in salute a livello cardio-vascolare e con i soldi risparmiati, si continuerebbe a fornire acqua (bene prezioso) ai pazienti... L'ascensore, lasciatelo utilizzare esclusivamente ai ricoverati, agli anziani ed ai non deambulanti e valutate bene quali sono gli sperperi inutili da eliminare...!!! Tornate a fornire l'acqua ai pazienti..., grazie.


18/01/2013, inviata la sopra citata comunicazione alla dirigenza AUSL tramite PEC.

07/02/2013 a seguito di comunicato stampa promosso dalla Consulta delle Associazioni,
Ciociaria Oggi ha scritto:
<a href="http://ciociaria.ogginotizie.it/212940-spending-review-tagli-sulle-bottiglie-da-039-acqua-negli-ospedali/#commentiFB"></a>  

giovedì 17 gennaio 2013

- Mercato Casaleno: Degrado ed altro...

Segnaliamo all'assessore ai LL.PP. Fabio Tagliaferri, la necessità di alcuni interventi, quelli che si ritengono più urgenti, nella zona del mercato Casaleno:
 1) I venditori ambulanti, chiedono se la mattina di mercato, c'è la possibilità di prolungare il tempo di funzionamento dell'impianto di illuminazione pubblica nell'area, fino al sorgere del sole, poiché si trovano in difficoltà, ad eseguire le operazioni di scarico e di montaggio dei banchi, a causa della scarsa illuminazione;

2) L'accesso al parcheggio brecciato, è ostacolato da un "enorme gradino", dovuto al dislivello che si è creato con le piogge, tra la strada asfaltata e il piazzale. Sarebbe sufficiente una carriola di asfalto o di breccia e cemento, in quanto le auto per superarlo e per non rompere le sospensioni, sono costrette a fermarsi e procedere lentamente, provocando rallentamenti.... Tale accesso, inoltre, presenta buche enormi che creano disaggi sia alle auto che ai pedoni;

3) Il percorso pedonale, tra il parcheggio brecciato e l'area della frutta e verdura, è diventato impercorribile dai pedoni, a causa delle innumerevoli buche che si sono generate, provocando ristagno di acqua e tanto fango.
Una delle cause maggiori è il passaggio abusivo di incivili con auto e camion.
Sarebbe cosa buona e giusta, dopo averle eliminate, le... buche, installare dei paletti agli accessi che impediscano il transito alle auto.

4) Siamo fiduciosi, prima che accada il peggio che il nuovo comandante si attivi per far mettere in sicurezza il passaggio pedonale, nell'area di accesso al parcheggio brecciato che viene attraversato in maniera del tutto anomala da auto in ingresso e in uscita...
NB: Già segnalato illo tempore sia con questo: 
che con questo:

- Sede recuperata per la Banda Romagnoli

Banda Romagnoli alla consegna della bandiera di Frosinone alla Villa Comunale
Era stata sfrattata da due mesi circa dai locali della sede di Piazzale Sandro Pertini, allo Scalo, per inagibilità, la gloriosa e storica banda concertistica cittadina, Antonio Romagnoli, correndo il rischio che non si sarebbe potuta opportunamente preparare per partecipare alla tradizionale sfilata carnevalesca della Radeca, come avveniva ormai da oltre 190 anni... Tale sede, oltretutto, veniva da loro utilizzata anche per impartite lezione di musica, ai giovani talenti meno abbienti della città.
In occasione della consegna della bandiera della città, da parte della nostra associazione al comune di Frosinone, il giorno della Befana, quale stimolo ed invito all'ente, affinchè intraprendesse l'iter procedurale per ottenere una bandiera ufficiale, con decreto a firma del Presidente della Repubblica, avevamo approfittato per rivolgere, insieme a Frosinone Web, un accorato appello all'assessore Fabrizi, affinché si attivasse per far restituire tale sede alla banda o trovarne una alternativa e ci aveva rassicurati che avrebbe fatto del suo meglio. Infatti, ieri sera, non ha tardato ad arrivare la buona notizia... L'amico Giovanni De Vincenti, uno dei veterani della banda, mi ha informato che il sindaco Nicola Ottaviani gli ha riconsegnato le tanto sospirate chiavi della vecchia sede che potranno iniziare a riutilizzare da subito.
E' doveroso rivolgere un caloroso ringraziamento al sindaco Ottaviani, all'assessore Fabrizi e a chiunque altro abbia dato un contributo per la risoluzione del problema.

Una nota di cronaca importante:
- mi è stato riferito che il nuovo maestro della banda, Giovanni Panella, è una persona ed un musicista incredibilmente bravo, che la banda è entusiasta di lui e che è una di quelle perle rare del nostro territorio, più noto all'estero che a Frosinone...!!!
Cosa dire insomma, signori amministratori, aprite gli occhi e cercate di valorizzare maggiormente quanto di eccellente abbiamo a livello artistico, sportivo e culturale nella nostra città perché molti lo ignorano...!!!

lunedì 14 gennaio 2013

- Benvenuto al comandante dei Vigili Col. Carlo Del Piano

Dopo aver avuto il piacere di conoscerlo, questa mattina e per l'approccio coinvolgente e collaborativo dimostrato, chiamando in causa le Associazioni locali per una collaborazione sul reperimento dei Nonni Vigili, colgo l'occasione per dargli pubblicamente il benvenuto, a nome di tutta la cittadinanza e delle associazioni.
Ufficiale della Finanza ed esperto in Antimafia, il nuovo comandante della polizia municipale di Frosinone Carlo Del Piano, ha 42 anni ed è originario di Alatri. Laureato in giurisprudenza e scienza della sicurezza economica e finanziaria, ha prestato servizio presso l'Osservatorio Centrale Appalti Pubblici all'interno della Direzione Investigativa Antimafia. E' stato scelto tra i nove candidati dall'amministrazione comunale per l'ottimo curriculum. Del Piano ha comandato numerosi Reparti del Corpo svolgendo prevalentemente attività operativa nel settore tributario ed extratributario ma è anche esperto in frodi comunitarie e traffici illeciti di cittadini extracomunitari. E' stato, infine, dirigente anche presso la Procura della Repubblica di Chieti e di Ventimiglia.
Auguri per tanto successo.

- Nonni Vigili: un amico per la scuola

Chi sono i NONNI VIGILI?
Sono anziani, normalmente volontari delle associazioni ma anche normali cittadini impegnati davanti a scuole elementari e medie della città, con il compito di sorvegliare l’entrata e l’uscita dei bambini, controllare il territorio attorno alla scuola per prevenire grazie alla loro esperienza eventuali problemi, moderare i comportamenti di certi automobilisti.
Frequentato un corso di formazione tenuto dalla Polizia Municipale, sono dotati di pettorina, paletta e fischietto per essere immediatamente riconoscibili. Soprattutto sanno accogliere con un sorriso i bambini e trasmettono fiducia e sicurezza.
DOVE SONO?
In scuole elementari e medie della città e potrebbe coprire tutte le scuole elementari della Città. Non si limita comunque ad essere un semplice servizio offerto alla scuola, la presenza dei nonni in diversi momenti della vita scolastica potrebbe continuare ad essere un elemento di quella progettazione complessiva volta a restituire ai bambini la possibilità di raggiungere la scuola in autonomia e di vivere e scoprire il loro quartiere in sicurezza.
UN’ESPERIENZA POSITIVA
per i bambini che trovano davanti a scuola una figura amica che li aiuta e li rassicura. Per i genitori che possono gestire in modo più sereno due momenti della giornata così spesso motivo di nervosismo e così importanti invece per i loro bambini. Per i volontari che trovano il modo di mettere a frutto la loro voglia di impegnarsi e la loro esperienza oltre al gusto di dimostrare che essere anziani non significa smettere di essere attivi, capaci ed attenti. Una città più a misura di bambino e senz’altro più a misura d’uomo, di donna, di anziano, di disabile: il progetto nonni vigili nasce a sostegno della progettazione di percorsi sicuri casa-scuola, in collaborazione con le associazioni disponibili, si colloca fra quelle iniziative che prefigurano una città amica dei suoi abitanti, dove il quartiere e la strada non vengano percepiti come territori ostili irti di pericoli, ma luoghi popolati da figure amiche, dove sperimentare percorsi di autonomia e conoscenza.
Da NONNO VIGILE a NONNO CIVICO 
Dopo l’esperienza dei "Nonni Vigili", potrebbe nascere il progetto "Nonno Civico", un servizio di volontariato cittadino che consente ai cittadini anziani di dedicare il proprio tempo libero per svolgere compiti di utilità civica. Il nonno civico continua nelle funzioni del precedente nonno vigile (principalmente quello di vigilare l’entrata e l’uscita dalle scuole dei bambini); allo stesso tempo gli possono essere attribuite altre competenze che riguardano soprattutto i luoghi frequentati dai bambini, all’esterno dell’ambito scolastico: 
- Le aree gioco;
- I giardini di quartiere;
- I parchi.
L’intervento della presenza amica potrà aiutare i cittadini fruitori degli spazi, bambini, adulti e anziani a sentirsi più sicuri e protetti, ad affermare la cultura della legalità e del rispetto del bene pubblico e alla disincentivazione di atti vandalici.

VOGLIAMO AFFRONTARE IL PROBLEMA ANCHE A FROSINONE, come in altre città d'Italia e recuperiamo i vigili per il presidio urbano in una città che è allo sbando? Parliamone perché il comune ci ha investito per collaborare a portare avanti questo bel progetto e lo ringraziamo...

REGOLAMENTO

 

Modulo per la domanda

Messaggio d'invito a partecipare, pubblicato su Facebook
Il nuovo comandante dei Vigili Urbani, Dott. Carlo Del Piano, si è pregiato di invitare i responsabili di Associazioni e Comitati per condividere questo ambito e nobile progetto che farebbe recuperare un gran numero di Vigili da impiegare in attività che sin'ora sono state deficitarie a causa dello scarso numero di unità in carico al comando.
Rivolgiamo, quindi, un caloroso invito a tutti i cittadini ed a voi tutti, assidui frequentatori di facebook, affinché diffondiate tale pregievole iniziativa, cercando di reperire volontari disposti ad aderire a tale nobile progetto, dandone comunicazione al sottoscritto.
In questa pagina del blog, trovate disponibile, sia il regolamento che il modulo per la domanda di adesione.
Alla fine del servizio di volontariato, non mancheranno i dovuti riconoscimenti morali, da parte dell'amministrazione e chissà se non ce ne potrebbe essere anche qualcuno materiale, quale ringraziamento per la collaborazione nobilmente offerta...!!! Il condizionale è d'obbligo... visto il momento.

domenica 13 gennaio 2013

- Difendiamo la salute...


- Sperimentazione biciclette a zero emissioni



Biciclette a zero emissioni


Clicca sull'immagine per leggere il PDF
da CiociariaOggi del 12/01/2013

Bike sharing


Una Ciclo stazione
Tutto è "BELLO" e tutto andrebbe bene se ci fossero "Piste Ciclabili" che consentissero l'uso sicuro delle biciclette... Frosinone è tra le città più inquinate d'Italia e non a caso è stata inserita in questo bellissimo progetto. L'iniziativa della sperimentazione, è finalizzata a rafforzare ed integrare le azioni di mobilità sostenibile per la riduzione dell'inquinamento.
CI VOGLIONO LE PISTE CICLABILIIIII.....!!!
                                   DATECI  LE PISTE CICLABILIIII....!!!
                                                    VOGLIAMO LE PISTE CICLABILIIIIIIIIIIIIII.....!!!
Altrimenti tutte queste belle iniziative non servono, non risolvono, è fumo agli occhi, è aria fritta...!!!

sabato 12 gennaio 2013

- On the road, mostra fotografica di Claudia Mancone

Evvai con "Frosinone Bella"..., ci pensano i giovani artisti concittadini...
e chi sennò...???

Claudia Mancone
 “On the road”, dal 13 al 19 gennaio

ESPOSIZIONE FOTOGRAFICA

ORARI APERTURA
Lun-Mar-Mer: matt. 07.30/15.30
pom. 17.00/20.00
Gio-Ven-Sab-Dom: continuato 07.30/20.00

 al Dens Lounge
Via Asi 1 - Frosinone
info:  ☎ +39 392 8877721

"Adesso considera un po' questi qua davanti. Hanno preoccupazioni, contano i chilometri, pensano a dove devono dormire stanotte, quanti soldi per la benzina, il tempo, come ci arriveranno... e in tutti i casi ci arriveranno lo stesso, capisci. Però hanno bisogno di preoccuparsi e d'ingannare il tempo con necessità fasulle o d'altro genere, le loro anime puramente ansiose e piagnucolose non saranno in pace finché non riusciranno ad agganciarsi a qualche preoccupazione affermata e provata e una volta che l'avranno trovata assumeranno un'espressione facciale che le si adatti e l'accompagni, il che, come vedi, è solo infelicità, e per tutto il tempo questa aleggia intorno a loro ed essi lo sanno e anche questo li preoccupa senza fine. Le nostre valigie logore stavano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevano altro e più lungo cammino da percorrere. Ma non importa, la strada è vita."

di: Claudia Mank Spettinata (Claudia Mancone)