Frosinone BRUTTA (247) Frosinone BELLA (219) PM10 (65) ACEA ATO5 (49) ANNUNCI IMPORTANTI (37) Terme Romane (32) Ambiente ed inquinamento (28) “RR” - Risolti (24) Il fiume Cosa (21) Sanità (17) Villa Comunale (14) #BASTACEA (11) Frosinone Bella e Brutta (10) Frosinone Calcio (10) Progetto Acqua comune (10) Comunicazioni Ass. FR BeB (8) Proposte (8) Mobilità sostenibile (7) Pedalata Ecologica (7) Piedibus (6) Associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente (5) Cavoni 2 (5) FRANE (5) La Radeca (5) La Uespa (5) Raccontando (5) Rotatorie (5) Via Casone (5) Acqua (4) Discarica (4) Piste Ciclabili (4) Salviamo il paesaggio a Frosinone (4) Via Don Minzoni (4) Albero della Pace (3) Chiesa Madonna della Cercia (3) Tombe Allagate (3) WI-FI (3) Alberi (2) CANI (2) Carnevale (2) Cartoline di Frosinone (2) Cavoni (2) Cittadino Volsco (2) Coordinamento Interprovinciale (2) Differenziata (2) GASP (2) I Piloni (2) Multiservizi (2) Registro dei tumori (2) Uiente aculone (2) ARPA LAZIO (1) ASL (1) ASSEMBLEA ASPIRANTI SINDACO (1) AVIS (1) Albo Pretorio Comune Frosinone (1) Auguri (1) Ballarò (1) Bici (1) Biomasse (1) Bookcrossing (1) Buon Natale (1) CODACONS (1) COTRAL (1) Clochard (1) Consigli Comunali (1) Critical mass (1) DOSSIER (1) Decoro Urbano (1) Derby (1) Dissuasori (1) EMERGENZA NEVE (1) FAI - I Luoghi del Cuore: Certosa di Trisulti (1) Farmacia di turno (1) Formaggio (1) Frosinone che vorrei (1) Gioia Spaziani (1) Incontro Associazione (1) Luciano Sperati (1) Marina Arduini (1) Matteo Battisti (1) Morganti (1) Museo (1) Nefandezze (1) Nordic Walking (1) Nuova Piazza M. della Neve (1) Nuovi Ambiti di Bacino (1) Orti (1) PETIZIONE online (1) Pesicidi (1) Petizione (1) Piante anti smog (1) Piante curative (1) Premio Cocco (1) Raeeporter (1) Recita a Cavoni (1) Risarcimento (1) Rischio sismico (1) SegnalACI (1) TARES (1) TRUFFE (1) Tecchiena Bella (1) Tesori abbandonati (1) VOTA il BLOG (1) Valerio nel cuore (1) Vittime della strada (1) ambiente (1) amici (1) senzatetto (1)

lunedì 28 gennaio 2013

- Le domeniche ecologiche...???

In linea d'area, la distanza tra Via G. Verdi, dove è ubicata la centralina e Via Valle Fioretta, dove si formano file interminabili di auto, non supera i 100 metri...
Qualche mente luminosa, ci può spiegare come si possono abbattere i livelli di PM10...???!!!
Serve un tavolo tecnico di lavoro e non eseguire ordini in maniera sottomessa. Servono proposte concrete, se si tiene a salvaguardare la salute dei cittadini....


Un mio contatto su facebook, ha posto una domanda sotto un post di questo blog relativamente a:
- Provvedimenti per il risanamento della qualità dell'aria, che vi riassumo:

"SECONDO VOI, DURANTE LA SETTIMANA, A ROMA, CIRCOLANO MENO MACCHINE CHE A FROSINONE...?  VISTO CHE E' UNA METROPOLI, PER QUALE MOTIVO I LIVELLI DI INQUINAMENTO SONO PIU' BASSI...? QUALCUNO SA DARMI QUALCHE SPIEGAZIONE...?"
Ci ho voluto provare io a dargli una spiegazione, secondo le mie modeste conoscenze e nella speranza di essere esaustivo ma soprattuto propositivo verso le istituzioni responsabili...!!!
Carissimo, lo stato dell'aria, si basa su relazioni di causa–effetto che lega tra loro due fattori:
- le emissioni di inquinanti dalle varie sorgenti presenti nel territorio (naturali o antropiche, cioè derivanti dalle attività e dalla presenza dell’uomo),
- lo stato fisico dell’atmosfera (campi di vento, di temperatura, di umidità, di turbolenza, ecc.).
Quest’ultimo stato, quì da noi, purtroppo, è fortemente condizionato dalla morfologia del territorio. Infatti, ci troviamo in una conca, la Valle del Sacco che è circondata da catene montuose in tutta la sua circonferenza. Tale contesto è paragonabile ad una pentola d'acqua sulla quale, nel periodo che va da novembre  a marzo, si crea una sorta di coperchio che non permette al vapore di fuoriuscire. In pratica, in tale periodo non si verificano certe condizioni (campi di vento, di temperatura, di umidità, di turbolenza, ecc.), necessarie a far si che le sostanze inquinanti esistenti al suolo possano essere spazzate via e smaltite. Quindi, restano a terra e vengono continuamente sollevate dal movimento delle automobili, (provocando danni alle persone ed alla flora e fauna) ma non vengono portate via dai venti. Unica ancora di salvataggio, è la pioggia che riesce a portarle via con il lavaggio delle strade. Questo meccanismo, lo si dovrebbe adottare giornalmente, in maniera sistematica, con i mezzi della nettezza urbana e su tutte le strade. Lo si fa? ...ma non basta...!!!
Quando si stabilisce come oggi il blocco totale del traffico, a mio modesto parere, si da solo del fumo negli occhi, in quanto, le auto che non circolano al centro, si lasciano circolare in tutte le strade adiacenti, con file interminabili, (oggi, c’era una fila interminabile e costante che procedeva a passo d'uomo in Via per Ceccano, dalla Variante Casilina, fino alla Monti Lepini, attraversando Via Valle Fioretta). Quindi, si è spostato il problema da una zona all’altra ma non si è eliminato…!!! E' l'esempio di tante strade penalizzate (cittadini di serie B...).
Poi, si lasciano circolare liberamente i mezzi COTRAL che sono talmente vetusti, obsoleti, da inquinare più di dieci macchine messe insieme... Bisognerebbe non farli transitare nei centri urbani (come previsto dalla legge...), ma farli arrivare nei parcheggi già autorizzati per le auto e da li utilizzare le navette ecologiche verso le varie zone del centro... 
Si "DEVE" eliminare il parcheggio COTRAL, nelle immediate vicinanze della centralina allo Scalo, in quanto i mezzi vengono lasciati continuamente con i motori in moto, innalzando e falsando, i dati rilevati... Senza contare gli incivili che circolano liberamente, in quanto i vigili non possono presidiare tutte le strade, a causa dell'organico dimezzato. Bisognerebbe chiedere al Prefetto che facesse collaborare anche Polizia e Carabinieri nei giorni di blocco... Bisognerebbe eliminare gli impianti di riscaldamento a gasolio, (il Comune è il primo ad averli ancora attivi e non da il buon esempio, trasformandoli a metano...). Se capiti negli uffici del comune di Piazza VI dicembre, muori di caldo perché presumo li tengano a temperature superiori a quelle consentite dalla legge... 
La nuova Variante Casilina Sud, (interrotta prima della Via per Ceccano) che avrebbe dovuto collegare il casello dell'autostrada con la Casilina Sud, verso Napoli, non si sa per quali motivi (...!!!), non è stata mai completata, quando invece,  porterebbe enormi benefici, eliminando gran parte del traffico allo Scalo e conseguente riduzione dell'inquinamento.
I singoli cittadini, i vari decisori (comuni, province, regione, ecc.), i controllori (forze dell’ordine, magistratura, ecc.) ed i ricercatori (università, centri di ricerca, ecc.), tutti, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze e possibilità, dovremmo contribuire al comune obiettivo di mantenere sempre più vivibile l’atmosfera che ci circonda... La Provincia, essenzialmente, dovrebbe adottare le azioni e le strategie necessarie, coinvolgendo contemporaneamente, tutti i comuni della Valle del Sacco che fanno registrare livelli d’inquinamento, superiori a quelli consentiti dalla legge.
Insomma, mi fermo qui e non vado oltre, anche con un certo avvilimento perché certi atteggiamenti che pensavo appartenessero solo alla vecchia amministrazione, mi sta dando l'impressione che siano ormai conclamati e… nessuno vuole impegnarsi seriamente per tutelare concretamente la nostra salute...???!!!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Altra considerazione, alla quale a mio avviso deve essere rivolta particolare attenzione, è l'atteggiamento egoistico di alcuni commercianti delle zone chiuse al traffico nei giorni previsti dall'ordinanza del sindaco. Continuano a non dare la giusta chiave di lettura  a certi eventi, conservando con ostinazione l'idea che i clienti, ad ogni costo debbano arrivare con le loro macchine fin quasi dentro i loro locali ed è preferibile tenerli chiusi. Ieri, con tanta gente a spasso e a godere la splendita giornata di sole, la stragrante maggioranza delle attività ha preferito tenere le serrande abbassate... Pur non condividendo le finalità di tali provvedimenti da parte delle istituzioni, domando a certi commercianti: - Conta di più il vil denaro che la salute??? Apriamo la mente e cerchiamo di imitare le città più evolute di noi dove le isole pedonali vengono considerate una risorsa...!!!

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

01/02/2013 (clicca per leggere l'articolo di Ciociaria Oggi)

Ci risiamo... stesso copione... "Se nen cagni, Frusenone nen cagnia"...!!!
Gli abitanti di Via Valle Fioretta e Monti Lepini, sono fortemente penalizzati dall'immenso traffico che si riversa su tali arterie... non è questa la strada per andare in paradiso... solo perché la sancisce la Regione... Ribellatevi, protestate, fate qualcosa, non continuate a subire passivamente e distruggete la salute dei cittadini, altrimenti, il blocco lo facciamo noi...!!! MA...!!!!!!.....TOTALEEEEEEEEE.......!!!!!!

Cominceremo a riunire gli abitanti della zona Valle Fioretta e Monti Lepini se gli amministratori non cambieranno tendenza... Basta con queste misure inutili che danneggiano solo una parte di cittadini e l'economia di una parte di commercianti... Cosa sono queste discriminazioni...!!! Facciamo un serio tavolo di lavoro con esperti, per favore... e coinvolgiamo gli altri comuni... I blocchi puntate a farli totali... SINDACOOOO...!!!

 Nicola Ottaviani, Fulvio De Santis, Fabio Tagliaferri... Vi esortiamo ad affrontare il delicato argomento... Noi ci mettiamo a disposizione per collaborare... Ascoltate anche i cittadini e le associazioni...!!!

Ora basta, ci dobbiamo mobilitare noi, visto che la politica locale si limita a scaricare le responsabilità delle scelte sulla Regione e non si attiva concretamente per salvaguardare la salute dei propri cittadini con misure intelligenti e drastiche. I soliti palliativi messi in campo solo per parare le loro chiappe e finisce li... Io parto dal principio che se si devono fare sacrifici a difesa della salute, si devono mettere in atto anche misure drastiche, estreme. E' domenica e c'è il blocco del traffico per non produrre smog? Bene, si inibisce il traffico in tutta la Valle del Sacco, (organizzato dalla Provincia con tutti i sindaci...), per i noti motivi che ho descritto in questa pagina, lasciando l'opportunità di circolare sia alle auto ecologiche (ne incentivi anche la trasformazione) che a quelle autorizzate eccezionalmente (per motivi di lavoro, casi gravi, servizi speciali, ecc.). Occorre che ad iniziare dal comune, (uffici di P.zza VI dicembre, ecc...), si incentivi la trasformazione dei grandi impianti termici da Gasolio (principalmente rifornito da chi sappiamo...), a metano. L'amministrazione, tiri fuori le palle e cerchi di superare l'ostacolo che tiene bloccato il completamento della Variante Casilina Sud (e sappiamo chi è la causa... lo stesso di cui sopra...), la vera svolta antitraffico allo Scalo o trovi una soluzione alternativa, ormai indispensabile... L'asse autostradale in zona C.so Lazio, è priva in quel tratto, di efficaci opere di mitigazione ambientale, so che deve essere realizzato da molto tempo, (lo ha sempre sostenuto Francesco Raffa) chi si deve attivare per farlo realizzare?
I COTRAL maggiori inquinatori devono essere raccordati dalla periferia allo Scalo con navette ecologiche.
Lo facessero ed in fretta, prima del 25 febbraio...!!!??? SI APRA SUBITO UN TAVOLO DI LAVORO o cittadini e associazioni, prenderemo decisioni drastiche...!!!

Oggi abbiamo creato il gruppo aperto "ARIA PULITA a FROSINONE" su facebook  
http://www.facebook.com/groups/534398536581358/
iscrivetevi e date il vostro contributo per risolvere il grave problema dell'inquinamento...

Nessun commento:

Posta un commento

Non sono accettati commenti come "ANONIMO" senza nome e cognome.
Il moderatore, non li pubblicherà. GRAZIE.